Presentata l’Alta Scuola di Formazione Gastronomica di Urbino

Presentata l’Alta Scuola di Formazione Gastronomica di Urbino

Grazie a Svim che ha svolto un vero e proprio ruolo di attrazione di investimenti nella città ducale ci sarà un grande volano per tutti i giovani in cerca di occupazione nel mondo dell’ospitalità

URBINO – Si è tenuto questa mattina (giovedì 28 marzo 2019) davanti ad un folto pubblico alle ore 9.30 presso l’Aula Magna dell’Accademia delle Belle Arti di Urbino il convegno dal titolo “Verso la costituzione dell’Alta Scuola di Formazione Gastronomica di Urbino”.

L’evento è stato occasione per lanciare un nuovo e importante progetto che ha lo scopo di istituire una scuola di formazione che profila risorse umane da inserire all’interno del mondo del lavoro nel settore turistico-alberghiero, declinato in tutte le sue più disparte competenze e mansioni. Al convegno hanno preso parte Loretta Bravi, assessore alla Formazione Regione Marche; Gianluca Carrabs, A.U. Società Sviluppo Marche; Giorgio Londei, presidente Accademia delle Belle Arti; Antonio Cafarelli, Presidente del Gruppo “I viaggi di Peter Pan”; Luca Santini, presidente Unione Regionale Cuochi delle Marche e Giulio Lonzi, responsabile eventi Slow Food Marche

Un progetto che vede legato a doppio filo il mondo della formazione che verrà finanziata dalla Regione Marche e Svim attraverso il Fondo Sociale Europeo e quello dell’imprenditoria dell’ospitalità.
Un’iniziativa senza precedenti e dai risultati occupazionali garantiti. che mette a sistema le esigenze delle imprese e le politiche di occupazione e sviluppo. Da oggi si avrà la facoltà di inserire all’interno di un settore, quello del turismo e accoglienza, almeno 500 giovani, con uno strumento, quello della scuola di formazione lavoro, che verrà realizzata proprio ad Urbino, da sempre polo formativo d’eccellenza e meta turistica di primissimo piano. Il progetto sarà aperto alla collaborazione dell’Università degli Studi di Urbino ‘Carlo Bo’, Slow Food e l’Unione Regionale Cuochi Marche. Questo percorso non avrà un limite di tempo, infatti, la scuola presentata oggi avrà una sede stabile sulla quale si prevedono attività che avranno cadenze annuali e si svolgeranno ogni anno.

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it