Meno plastica a Marotta e Mondolfo per salvaguardare l’ambiente: il Circolo del Pd chiede l’impegno dell’Amministrazione comunale

Meno plastica a Marotta e Mondolfo per salvaguardare l’ambiente: il Circolo del Pd chiede l’impegno dell’Amministrazione comunale

MONDOLFO – Dopo lo sciopero globale per il clima e le tantissime manifestazioni promosse dai giovani a livello mondiale, anche il Circolo Pd Mondolfo-Marotta ha deciso di mobilitarsi a sostegno di questa importante tematica, proponendo una mozione in Consiglio comunale, attraverso la consigliera Giovanna Berluti, molto sensibile alla problematica.

Nella mozione, la consigliera Pd Berluti, chiede all’Amministrazione comunale di dare innanzitutto il buon esempio, aderendo, come già hanno fatto altri Comuni, alla campagna del Ministero delle politiche e della tutela del territorio e del mare chiamata “Plastic free challenge”, ed iniziando ad impegnarsi concretamente con l’introduzione negli uffici comunali, dell’utilizzo esclusivo di stoviglie in materiale biodegradabile e compostabile con conseguente divieto della plastica usa e getta.

Allo stesso tempo, considerato che questo territorio è molto legato alla presenza del mare che ne caratterizza la vocazione turistica, si propone anche di iniziare una vera e propria campagna di sensibilizzazione che possa portare questa comunità ad una maggiore attenzione verso il rispetto dell’ambiente e soprattutto verso la crescita sostenibile, come tanti progetti europei hanno già iniziato a fare. In quest’ottica, sempre tra le righe della mozione, si chiede all’Amministrazione comunale di impegnarsi a sottoscrivere con gli operatori turistici un protocollo di buone pratiche che porti alla riduzione della plastica monouso in favore di materiale biodegradabile, che certamente rappresenterebbe un altro grande passo in avanti. Queste le parole della consigliera Pd Giovanna Berluti: “Crediamo che sia necessario coinvolgere molto di più i cittadini e gli esercenti in azioni di sensibilizzazione ed informazione sui temi ambientali, attraverso la promozione di un percorso etico e di educazione al rispetto e tutela dell’ambiente nell’interesse delle future generazioni”.

Sulla stessa linea anche Luisa Cecarini componente del direttivo Pd locale che afferma: “Come volontaria ritengo che sia il momento giusto per agire come privati cittadini e soprattutto per sollecitare la politica a dare risposte concrete che siano più efficaci”.

Conclude infine il segretario Samuele Mancini: “La tutela e la salvaguardia dell’ambiente sono questioni di importanza fondamentale ed in tal senso siamo contenti del lavoro svolto dal gruppo Pd della Regione Marche che è stato tra i primi in Italia ad iniziare un percorso di valorizzazione delle buone pratiche ambientali. Fortunatamente, anche nel nostro territorio, sono tante le persone sensibili a queste importanti tematiche e quando alcuni volontari hanno spontaneamente organizzato iniziative volte alla raccolta di rifiuti spiaggiati, in molti hanno voluto partecipare, segnale che l’argomento è sentito e di vivo interesse”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it