Bambini e adulti viaggiano sicuri, all’Istituto comprensivo Mario Giacomelli di Senigallia incontro con la Polizia locale

Bambini e adulti viaggiano sicuri, all’Istituto comprensivo Mario Giacomelli di Senigallia incontro con la Polizia locale

SENIGALLIA – Continua la campagna di sensibilizzazione della Polizia Locale sulla sicurezza in strada, per adulti e bambini. Notevole interesse e partecipazione hanno espresso i genitori, i nonni e i bambini stessi che hanno partecipato ai due incontri presso la Scuola Primaria Puccini e la Scuola  Primaria Cesano.

Molti gli argomenti trattati dal Comandante dott. Brunaccioni e dalla Dott.ssa  Tarsi, riguardanti la normativa del codice della strada e i regolamenti europei in materia di sicurezza stradale. Questi infatti definiscono anche i parametri in continuo aggiornamento per aumentare gli standard di sicurezza in materia di sistemi di ritenuta per i bambini trasportati sui veicoli, a cui le ditte costruttrici si devono adeguare. Un’attenzione particolare hanno avuto i bambini presenti all’incontro alla scuola Primaria  Puccini; seguiti dal Tenente Assanti hanno svolto alcune attività per comprendere, a misura di bambino, la segnaletica stradale. Numerosi gli interventi e le domande da parte dei partecipanti per considerare meglio i comportamenti più sicuri per sé e gli altri e per chiarire l’uso corretto dei seggiolini per i bambini trasportati e assicurarli nel modo giusto e prudente in base all’età, al peso e all’altezza. Soprattutto vanno verificate le informazioni scritte sulle etichette dei seggiolini o dei booster (rialzini), che ne garantiscono l’omologazione. E’ fondamentale inoltre recuperare la percezione del rischio riguardo ad esempio all’uso del cellulare alla guida e ai suoi effetti sull’attenzione e ai “tempi di reazione”.

La Dirigente Scolastica Fulvia Principi e l’Insegnante  referente Elisabetta Olivi ringraziano la Polizia Locale per la collaborazione con la scuola  perché questi incontri si sono rivelati un importante servizio alla cittadinanza  per promuovere comportamenti corretti, non per timore di sanzioni ma per acquisizione del valore della sicurezza per gli adulti e i bambini a questi affidati.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it