“Ad Ostra si sta per realizzare una rotatoria, ma è davvero necessaria?”

“Ad Ostra si sta per realizzare una rotatoria, ma è davvero necessaria?”

Pubblichiamo le considerazioni di un cittadino – Giancarlo Barchiesi – che ha scritto anche al Prefetto, al Dirigente della Soprintendenza, al Presidente della Provincia ed al Sindaco

OSTRA – L’Amministrazione comunale di Ostra è intenzionata a costruire una rotatoria all’uscita del centro storico a Largo XXVI Luglio. Ed in città, su questo argomento, si è già aperto un vivace dibattito. un cittadino, Giancarlo Barchiesi, ha inviato una lettera aperta alla collettività di Ostra ed ai rappresentanti delle istituzioni (Prefetto di Ancona, Dirigente della Soprintendenza ai Monumenti, Presidente della Provincia di Ancona, Dirigente dei Lavori Pubblici della Provincia di Ancona, Sindaco del Comune di Ostra). Come oggetto, appunto, la rotatoria in Largo XXVI Luglio.

“L’Amministrazione comunale di Ostra ha in animo di costruire una rotatoria all’uscita del centro storico a Largo XXVI Luglio. Una novità che come tutte le novità porta con sé una quantità di critiche più o meno positive. Con la realizzazione di questa il traffico verrà canalizzato e riordinato in maniera tale che gli automobilisti più indisciplinati non possano più avere spazio per manovre azzardate.

“Se da una parte tutto ciò è bene da un’altra parte la realizzazione di questa presenta delle notevoli criticità:

– la soppressione di una ventina di parcheggi proprio a ridosso del centro storico, parcheggi di cui la Città è già carente;

– la progettazione dell’uscita dal centro storico a ridosso del monumento ai Caduti di tutte le Guerre a cui si sottrae l’area di rispetto;

-il gravissimo pregiudizio della viabilità sicura a causa della insufficiente visibilità stradale dovuta al bastione ottocentesco laterale destro (parte del guidatore);

– l’impossibilità di utilizzare la parte centrale, quella naturale (posta tra due lampioni), che resterebbe interdetta al traffico e off-limits.

“Alla luce di tutto ciò, in qualità di privato cittadino, prima che le Istituzioni competenti diano corso alla nuova, ipotizzata rotatoria (anche se in via sperimentale) mi rivolgo ai miei concittadini, alle SS.VV. Ill.me affinché, nel solo interesse pubblico, si soprassieda alla realizzazione di tale opera senza spreco di denaro pubblico o, in via subordinata, si perfezioni la stessa realizzando l’uscita dal centro storico nella parte centrale (quella tra i due lampioni) come è naturale che sia. Tale uscita è stata così da sempre sino a quell’assurdo provvedimento del luglio 2017 che ha invertito il traffico del centro storico, con tutte le conseguenze negative che hanno caratterizzato lo scorrimento del traffico all’interno del centro di Ostra.

“La presente nota vuole essere solo un contributo di un cittadino alla opportunità di una ulteriore riflessione ai fini della sicurezza stradale nonché al risparmio di denaro pubblico”.

Nelle foto: due immagini storiche – del 1975 e del 1995 – dell’area interessata dall’intervento

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it