Parte la valorizzazione dei borghi e dei percorsi lungo la Valle del fiume Cesano

Parte la valorizzazione dei borghi e dei percorsi lungo la Valle del fiume Cesano

Incontro pubblico a Corinaldo, Comune capofila, giovedì 21 febbraio alle ore 21

CORINALDO – Le Amministrazioni comunali di Corinaldo (Comune capofila), Fratte Rosa, Mondavio, Monte Porzio, San Costanzo, San Lorenzo in Campo e Trecastelli promuovono, giovedì 21 febbraio a Corinaldo, nella sala “O.Samory” della Bcc di Pergola e Corinaldo in Via Nevola, 5 alle ore 21.00, il primo incontro pubblico al fine di informare la popolazione e tutti i soggetti pubblici e privati interessati alla realizzazione del PIL (Piano Integrato Locale) dei sette Comuni relativamente alla valorizzazione dei Borghi e Percorsi lungo la Valle del fiume Cesano.

Durante i sette incontri pubblici programmati si spiegherà quale strategia si sono dati i territori coinvolti, quali obiettivi e quali azioni da intraprendere nel corso del quinquennio 2018-2022. Una messa a punto di un sistema in cui sia possibile collegare territori ed esperienze, imprese ed ospiti lungo l’asta fluviale del fiume Cesano e le sue colline prospicienti. La modalità di collegamento scelta è quella della mobilità ‘dolce’ o ‘lenta’ che si coniuga con le parole a ‘misura d’uomo’, per scoprire il territorio a piedi, in bicicletta o a cavallo lungo itinerari di grande pregio e valore ambientale.

E proprio su tali basi che la Regione Marche ha avviato (lg. 2 e 18 del 2010) un processo per l’attivazione di un sistema di mobilità dolce regionale, presentando quest’anno al BIT il progetto Bike e il neo cluster Marche Outdoor con l’obiettivo di rafforzare la propria attrattività e diversificare l’offerta per i viaggiatori.

La strategia PIL dei sette comuni, quindi, si aggancia coerentemente alla progettualità citata, credendo fortemente nelle potenzialità attrattive dei propri territori; cogliendo, da una parte, le opportunità derivanti dalle risorse finanziarie disponibili e, dall’altra, puntando alla coesione (reti) dei territori, indispensabile per la creazione di un nuovo sviluppo rurale in termini di occupazione e di maggior benessere per la popolazione locale.

Nel corso dell’incontro saranno presenti i tecnici che potranno informare i soggetti interessati in merito ai bandi pubblicati dal GAL “Flaminia Cesano” e specificatamente inerenti il Piano Integrato Locale.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it