Maxi controllo del territorio da parte dei carabinieri di Senigallia: un arresto ed una denuncia

Maxi controllo del territorio da parte dei carabinieri di Senigallia: un arresto ed una denuncia

SENIGALLIA – Fine settimana con intensificazione dei controlli sul territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Senigallia. 27 le pattuglie che sabato e domenica hanno setacciato il territorio. Il bilancio dell’attività svolta registra una persona tratta in arresto, un automobilista denunciato e due giovani segnalati al Prefetto per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

A Trecastelli, i Carabinieri della locale Stazione hanno rintracciato un 61enne nei cui confronti il Tribunale di Sorveglianza aveva spiccato un ordine di arresto dovendo scontare la pena di mesi 8 di reclusione. La condanna si riferisce ad una sentenza emessa dal Tribunale di Ancona nel novembre 2016 che condannò l’uomo per i reati di lesioni, minaccia e porto di oggetti atti ad offendere.

I fatti si erano verificati a Trecastelli nel giugno 2013. Il 61enne, nell’ambito di una discussione per futili motivi, aveva aggredito e minacciato la vicina di casa. Poi, non contento, con una fionda aveva lanciato un sasso contro la finestra dell’abitazione della stessa vicina rompendo i vetri e colpendo il figlio sulla fronte.

Il Tribunale di sorveglianza non ha ammesso il condannato alla misura alternativa in quanto a suo carico, nel corso degli anni, risultavano altri precedenti e condanne penali, pertanto, il 61enne dovrà scontare gli otto mesi della condanna in regime di detenzione domiciliare.

A Senigallia, domenica notte, i Carabinieri del locale Nucleo Radiomobile hanno denunciato un 28enne, residente nella provincia di Perugia, per guida sotto l’influenza dell’alcool.

L’automobilista è stato controllato poco prima della mezzanotte in via IV novembre alla guida di una BMW 118. Durante il controllo i militari si sono accorti che l’automobilista aveva un eccessivo alito vinoso e pertanto lo hanno sottoposto al test alcolemico con la strumentazione in dotazione alle pattuglie al fine di verificare l’effettiva quantità di alcol in corpo. Il giovane è risultato positivo con un tasso dello 0,98 gr/lt e pertanto è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ancona. La patente di guida è stata invece ritirata per i provvedimenti di competenza del Prefetto, mentre l’autovettura è stata affidata alla fidanzata del giovane che si trovava con lui in macchina e non aveva bevuto.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it