Marocchino aggredisce la capotreno che gli chiede il biglietto tra le stazioni di Marotta e Fano

Marocchino aggredisce la capotreno che gli chiede il biglietto tra le stazioni di Marotta e Fano

L’uomo è stato poi arrestato dai carabinieri. Dopo la convalida è stato rimesso in libertà

FANO – Un marocchino di 58 anni, attualmente senza fissa dimora, in attesa dell’accettazione della richiesta di soggiorno in Italia per protezione internazionale, è stato arrestato a Fano dopo aver aggredito la capotreno in servizio sul regionale Ancona-Rimini.

L’altra sera, alla richiesta del biglietto, poco dopo la ripartenza del convoglio dalla stazione di Marotta, il marocchino aveva prima insultato e minacciato la donna e, successivamente, l’aveva strattonata. A bloccarlo sono intervenuti alcuni viaggiatori che avevano assistito alla scena. La capotreno, nel frattempo, allertando la centrale operativa del 112, aveva chiesto l’intervento dei carabinieri. Ed alla stazione successiva, quella di Fano, si sono presentati quattro militari che hanno provveduto a prendere in consegna il marocchino.

Il cinquantottenne, sprovvisto di documenti, è stato poi condotto in caserma dove è stato identificato attraverso le impronte digitali. Nei suoi confronti l’accusa di violenza e minaccia ad incaricato di pubblico servizio. Dopo la convalida dell’arresto, da parte del magistrato di turno, l’uomo è stato rimesso in libertà.

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it