Sandro Zaffiri al presidente della Regione: “Evitiamo la chiusura dell’Università di Jesi”

Sandro Zaffiri al presidente della Regione: “Evitiamo la chiusura dell’Università di Jesi”

ANCONA – “Evitiamo la chiusura dell’Università di Jesi” – è questo l’appello che il consigliere regionale della Lega Sandro Zaffiri rivolge al presidente della Giunta regionale attraverso un’interrogazione presentata oggi.

La Fondazione Angelo Colocci, Istituto per l’istruzione universitaria, la formazione professionale e la promozione della cultura nella Vallesina, è nata a Jesi nel 1995  e, dall’anno successivo, è divenuta sede distaccata dell’Ateneo di Macerata – ricorda Zaffiri – e, in collaborazione con l’Università degli Studi di Macerata, gestisce e coordina a Jesi Corsi universitari di primo e secondo livello di area giuridico-economica.

Attualmente, sono attivi a Jesi cinque indirizzi del Corso di laurea triennale in Scienze Giuridiche Applicate e due del Corso di laurea magistrale in Scienze dell’amministrazione pubblica e privata ma sembrerebbe che, a partire dall’anno accademico 2019/2020, saranno tutti trasferiti fuori provincia.

Questa chiusura impedirebbe ai tanti studenti iscritti di poter concludere il loro ciclo di formazione a Jesi costringendo anche le loro famiglie a sopportare costi e sacrifici non preventivati tenuto conto che agli studenti, compresi quelli che si sono iscritti nel 2018 al primo anno, sembrerebbe non sia stata data una preventiva informazione circa la futura dislocazione dei corsi.

Nell’interrogazione il consigliere Zaffiri chiede, quindi, al presidente della Giunta regionale  quali azioni intenda intraprendere affinché  gli studenti iscritti all’Università di Jesi possano concludere il loro ciclo di studi presso tale sede e, comunque, a scongiurare la chiusura definitiva al fine di non privare la città, la Vallesina e tutta la provincia di Ancona di un importante punto di riferimento di alta formazione, che tra l’altro porta anche lustro e benefici all’economia locale.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it