Rovinelli: “Per la Fano Urbino c’è un progetto finanziato dalla Comunità Europea per 4.5 milioni di euro per realizzare una ciclovia per la mobilità dolce”

Rovinelli: “Per la Fano Urbino c’è un progetto finanziato dalla Comunità Europea  per 4.5 milioni di euro per realizzare una ciclovia per la mobilità dolce”

di RENZO ROVINELLI*

ANCONA – Seguo con interesse il dibattito che si è aperto sul vostro giornale circa il   futuro dell’ex ferrovia Fano-Urbino. Essendo il funzionario della Regione Marche che segue la questione da anni, devo riconoscere che, purtroppo, nessuno dei soggetti intervenuti nella discussione ( compreso un Movimento politico)  ha letto la legge e il Decreto dell’ ANSF (agenzia nazionale sicurezza ferroviaria).

La tratta ferroviaria ha cessato di svolgere servizio da 32 anni. Esiste una infrastruttura di proprietà di RFI che stiamo cercando di rendere pubblica a tutti gli effetti, è stato presentato un progetto che è stato finanziato dalla Comunità Europea  per un importo di 4.5 milioni di euro a fondo perduto per realizzare (a fianco o sopra) una ciclovia per la mobilità dolce e che colleghi diversi quartieri di Fano, oltre a località fortemente antropizzate come Lucrezia, Calcinelli, Fossombrone , ecc dove vivono oltre 100mila abitanti.

Sarebbe opportuno che il vostro mezzo di comunicazione, oltre che ospitare interventi di soggetti schierati si facesse promotrice di far conoscere alla pubblica opinione le “regole” dentro alle quali si possono muovere le Istituzioni locali e non. Grato per l importante funzione che state svolgendo, porgo cordiali saluti.

*Funzionario della Regione Marche

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it