Dopo una lunga attesa lunedì lo stadio Bianchelli torna a disposizione delle società calcistiche di Senigallia

Dopo una lunga attesa lunedì lo stadio Bianchelli torna a disposizione delle società calcistiche di Senigallia

Il sindaco Maurizio Mangialardi: “Un investimento importante a favore dello sport cittadino”

SENIGALLIA – Terminati i lavori di riqualificazione allo stadio Bianchelli, che hanno visto il rifacimento del manto sintetico e dei sottoservizi. L’impianto sarà ufficialmente riconsegnato lunedì alla città e, in particolare, alle tre società calcistiche che lo utilizzano con continuità: la Vigor Senigallia, l’Olimpia Marzocca e l’As Senigallia.

L’intervento, pari a un investimento complessivo di oltre 600 mila euro, si è reso necessario a seguito della scadenza dell’omologazione del precedente campo da gioco. Caratteristica importante del nuovo manto è la sua totale riciclabilità, che alla prossima scadenza permetterà all’Amministrazione comunale di risparmiare circa il 20% sul costo del rifacimento.

“Un investimento importante – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – a favore dello sport cittadino, tema cui abbiamo sempre riservato e continueremo a riservare grande attenzione per la funzione sociale ed educativa che svolge nei confronti dei nostri giovani, grazie soprattutto alla passione e all’impegno  di tecnici e dirigenti delle società. Anzi, colgo l’occasione per ringraziare tutti di aver sopportato con pazienza gli inevitabili disagi dettati dalla temporanea inagibilità dello stadio e, contemporaneamente, aver accolto positivamente le misure adottate dal Comune per garantire la continuità all’attività agonistica”.

“Proprio a tal proposito – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici Enzo Monachesi – va rilevato che i 600 mila investiti sono stati così suddivisi: 480 mila euro per il rifacimento del manto del Bianchelli, 87 mila euro per la manutenzione straordinaria e l’adeguamento normativo dell’impianto collocato tra le Saline e il pallone del tennis, e 30 mila per la risistemazione del campo della Capanna. Tali strutture, oggi, tornano a disposizione della collettività con significative migliorie”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it