Rimesso in libertà – per fatti di droga – il diciassettenne sospettato di aver spruzzato lo spray al peperoncino alla Lanterna Azzurra

Rimesso in libertà – per fatti di droga – il diciassettenne sospettato di aver spruzzato lo spray al peperoncino alla Lanterna Azzurra

ANCONA – E’ tornato in libertà il diciassettenne sospettato di aver spruzzato, venerdì notte, lo spray al peperoncino all’interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo.

Oggi pomeriggio il giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minori di Ancona lo ha interrogato per fatti di droga (nell’appartamento, in un residence della zona mare di Senigallia, in cui sabato mattina il ragazzo è stato rintracciato dai carabinieri sono stati infatti rinvenuti due etti di hashish e cocaina) ed ha convalidato l’arresto. Lo ha però rimesso subito in libertà in quanto non ci sono i presupposti per la custodia cautelare. Il ragazzo, accompagnato dalla madre e dai suoi legali, ha così potuto lasciare gli uffici della Procura per i minori di Ancona.

Il diciassettenne – di origine dominicana, che vive abitualmente a Senigallia – al momento resta indagato, a piede libero, per omicidio preterintenzionale, lesioni dolose e lesioni colpose per i tragici fatti della discoteca di Corinaldo dove, venerdì notte, hanno perso la vita cinque ragazzini ed una giovane mamma. Poche ore dopo la tragedia era stato infatti indicato, seppure in maniera abbastanza approssimativa, da tre ragazzi come colui che aveva spruzzato lo spray al peperoncino all’interno della Lanterna Azzurra.

Per quanto riguarda i fatti di droga questa mattina sono stati interrogati anche il ventisettenne di Fano e la ventiduenne di Senigallia che sabato erano stati trovati, all’interno dell’appartamento del residence senigalliese, insieme al diciassettenne. Per i due l’arresto, sempre per possesso di droga, è stato convalidato. Non risultano invece coinvolti nei fatti di Corinaldo.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it