“Le Università delle Marche, un grande valore sul quale vanno fatti investimenti”

“Le Università delle Marche, un grande valore sul quale vanno fatti investimenti”

Il presidente della Regione Luca Ceriscioli ha preso parte alla presentazione del piano di sviluppo dell’Università degli studi di Urbino Carlo Bo

URBINO – “L’università è un grande motore di crescita,  sviluppo e di qualificazione, sia del sistema  datoriale, delle imprese e del lavoro, ma anche di quello personale di individui che attraverso un percorso culturale si aprono e si formano”: così il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, intervenuto questo pomeriggio alla presentazione del piano di sviluppo dell’Università degli studi di Urbino Carlo Bo.

“L’università nella nostra regione è un grande valore sul quale vanno fatti investimenti – ha aggiunto Ceriscioli – L’università di Urbino ha illustrato un ottimo piano di sviluppo, fatto di cose interessanti, non ultimo il fatto che i college venduti a Erdis, che si occupa di diritto allo studio, avranno la possibilità di essere messi in sicurezza e riqualificati, continuando queste realtà straordinarie di un campus dentro la città, l’università offre agli studenti tante opportunità in termini di diritto allo studio. E poi altri spazi dedicati alla formazione che contribuiscono a far sì che questa università possa svolgere al meglio il proprio compito. La Regione, e il Comune, ognuno con il proprio ruolo e competenza, è vicina a questo progetto per poterlo realizzare concretamente. Abbiamo già sottoscritto atti preliminari, vorremmo presto andare a sottoscrivere atti definitivi perché tutto questo processo di riqualificazione possa avviarsi e realizzarsi”.

Le università della regione Marche stanno crescendo tanto, Camerino raddoppierà a breve i posti letto, e ad Ancona la vecchia struttura del Salesi sarà dedicata ad aumentare i posti letto per gli studenti: “Noi stiamo accompagnando quella crescita perché crediamo in questo processo. Tutto quello che possiamo indirizzare come risorse lo faremo a favore di tutte le nostre università” ha concluso il presidente.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it