La BoxMarche di Corinaldo protagonista anche al Pkmf2018

La BoxMarche di Corinaldo protagonista anche al Pkmf2018

L’azienda è stata citata come caso di studio in occasione del Philip Kotler Marketing Forum dallo stesso guru di fama mondiale

CORINALDO – C’è stata un po’ di BoxMarche alla 4ª edizione del Philip Kotler Marketing Forum, l’importante appuntamento che quest’anno si è tenuto il 1 dicembre nella location esclusiva di FICO Eataly World a Bologna, il più grande parco agroalimentare del mondo.

Con i suoi 100.000 metri quadri, la Fabbrica Italiana Contadina che racchiude la meraviglia della biodiversità italiana, ha ospitato il più importante evento di Marketing Strategico in Italia.

Philip Kotler ha scandito la seconda giornata del PKMF2018 e tra le due case history, ricordate dal padre fondatore del marketing moderno durante la ‘lectio magistralis’, una era proprio BoxMarche.

L’azienda di packaging di Corinaldo, rappresentata nell’occasione dai consulenti Giuliano de Minicis e Cesare Tomassetti, è stata presa come esempio di un modo italiano di fare Responsabilità Sociale d’Impresa.

La Professoressa Sabina Addamiano, che condivideva il palco di Fico con Kotler, ha raccontato al pubblico come BoxMarche insieme ad altre piccole realtà imprenditoriali marchigiane abbia “messo in piedi un progetto straordinariamente interessate per il discorso della espansione della catena delle reti del valore d’impresa”.

Ha così descritto il ‘Progetto Succisa Virescit’ con cui insieme all’azienda Paradisi e alla Dmpconcept abbiamo contribuito e promosso la raccolta fondi per la costruzione della nuova Scuola definitiva di Pieve Torina distrutta dal terremoto.

La professoressa Addamiano ha poi ricordato come insieme siamo riusciti “a raccogliere più di 1.500.000 euro grazie a oltre 500 donatori che sono stati mobilitati dalla responsabilità sociale che queste imprese sono riuscite a rimoltiplicare sul territorio”.

Ha, infine, citato il Company Living Report di BoxMarche definendolo “un meraviglioso Global Report nel quale, accanto al bilancio economico e societario, accanto al bilancio sociale, accanto al bilancio ambientale, c’è anche un bilancio del capitale intellettuale e del capitale relazionale. Che sono altri modi con i quali l’impresa in Italia sa essere anche rimoltiplicatore di valore e agenzia formativa come modello d’intervento”.

Essere stata inserita tra i tanti spunti e le indicazioni rivolte dal guru del Marketing mondiale all’attenta platea del FICO Eataly World di Bologna, è per l’azienda motivo di grande orgoglio e rappresenta il coronamento dell’impegno profuso in cinquanta anni di attività da tutta la ‘gente’ di Boxmarche, una comunità di persone competente e appassionata del proprio lavoro. Non ultimo quello dei collaboratori Giuliano De Minicis e Cesare Tomassetti che da sempre l’affiancano nella comunicazione aziendale e nella stesura del Global report, sia condividendone il modus operandi orientato al sociale e al rispetto dei valori, che tramutandoli con coerenza in azioni concrete.

—————————————————–

PHILIP KOTLER PADRE FONDATORE DEL MARKETING MODERNO

Quello di Philip Kotler, nel campo del management e non solo, è un nome che non ha bisogno di presentazioni:

  • È considerato il padre fondatore del marketing moderno.
  • Il Management Centre Europe (MCE) lo ha indicato come il massimo esperto mondiale del Marketing Strategico.
  • Il Financial Times lo ha definito uno dei 4 guru del management di tutti i tempi insieme a Jack Welch, Peter Drucker e Bill Gates.
  • L’Economist, riferendosi alle sue teorie, le ha descritte come le più influenti degli ultimi quaranta anni sul modo di fare business.

Attualmente è docente di International Marketing presso la Kellogg School of Management. Kellogg che è stata votata per il sesto anno consecutivo come la migliore scuola di business, nel sondaggio che vede come protagonisti tutti i principali istituti di commercio statunitensi.

Definita da Forbes come leader globale nella formazione manageriale, è inoltre nota in tutto il mondo per la sua leadership di pensiero distintiva e per l’approccio pionieristico all’apprendimento. Risultati raggiunti proprio grazie a Kotler e alla sua attività di ricerca ed insegnamento.

Il professor Kotler è lo studioso che più di tutti ha contribuito alla strutturazione e alla diffusione del marketing come disciplina scientifica.

Sono oltre 100 i suoi articoli pubblicati sulle più prestigiose riviste del settore e più di 50 libri di cui è autore.

Tra questi l’intramontabile “Marketing Management: Analysis, Planning and Control”, scritto nel 1967 e giunto alla sua 15ª edizione.

Ritenuto il testo di riferimento nell’approccio moderno al marketing, tutt’ora è il manuale più utilizzato al mondo nelle scuole di specializzazione e da anni orienta la formazione di innumerevoli studenti e manager.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it