A Senigallia il Corinaldesi celebra il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ospite il dottor Gabriele Pagliariccio

A Senigallia il Corinaldesi celebra il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ospite il dottor Gabriele Pagliariccio

SENIGALLIA – Il 10 dicembre 1948, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite proclamava la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, in cui venivano riconosciuti, per la prima volta, i diritti dei quali tutti gli uomini devono poter godere, per il solo fatto di essere al mondo. Essa recita, nei primi tre articoli:«Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.  Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione. Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del paese o del territorio cui una persona appartiene, sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi limitazione di sovranità.  Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona».

Sett’anni dopo la pubblicazione della Dichiarazione, essa rappresenta ancora un sogno più che una realtà. Ne esistono violazioni in ogni parte del mondo: donne e uomini torturati o maltrattati o limitati nella loro libertà di espressione; che non vedono riconosciuto il loro diritto al cibo o alla salute o all’istruzione.

Per questo lunedì 10 dicembre all’Istituto Corinaldesi dovrà essere un giorno speciale, in cui poter leggere e conoscere meglio il testo della Dichiarazione e riflettere su quante donne e uomini ancora oggi vivono tra ingiustizie e soprusi. Tutte le classi sono invitate ad un gesto simbolico: alle ore 12.00 si fermeranno per dedicare un minuto di silenzio in solidarietà con tutte le persone che ancora oggi sono vittime della violazione dei diritti umani. Dopo il silenzio, con i docenti, gli alunni sono invitati a dare voce ai diritti umani leggendo i 30 articoli della Dichiarazione Universale.

Inoltre, il Corinaldesi ‒ sempre in occasione del 70° ‒ giovedì 13 dicembre avrà l’onore di ospitare il dott. Gabriele Pagliariccio medico chirurgo vascolare, con importanti esperienze da medico volontario in ospedali del Terzo Mondo con CUAMM – Medici con l’Africa e autore del libro Morire senza salute (prefazione di don Luigi Ciotti). L’incontro si inserisce in un percorso didattico cominciato con la partecipazione al Meeting delle Scuole di Pace e alla Marcia della Pace Perugia Assisi, nell’ottobre scorso. Sarà occasione di riflessione sui diritti umani e in particolare sul diritto alla salute, negati in tante parti del mondo.

www.corinaldesi.gov.it

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it