Un incontro all’Isola di Chiaravalle per discutere di diritti, molto spesso negati

Un incontro all’Isola di Chiaravalle per discutere di diritti, molto spesso negati

di FABRIZIO ILACQUA

CHIARAVALLE – Una serata per discutere dei diritti, diritti molto spesso negati. Giovedì prossimo, a partire dalle ore 21, all’Isola di Chiaravalle ci sarà un dibattito proprio sul tema dei diritti che prende avvio da una riflessione sulla vicenda di Stefano Cucchi.

La serata si aprirà con la proiezione di “Sulla mia pelle”, il film che racconta appunto l’atroce vicenda di Cucchi. Vicenda che tutti noi abbiamo ben presente soprattutto grazie alla determinazione della sorella Ilaria che per anni ha continuato a battersi perché si facesse luce sulla morte del fratello. Ora sembra che si sia giunti vicino a quella verità inseguita per anni. “Una storia  tragica di cui parleremo -si legge in una nota degli organizzatori- con Checchino Antonimi, giornalista che da sempre ha seguito la storia di Stefano Cucchi. Vicende come queste -continua la nota- debbono interrogarci sui valori su cui fondiamo la nostra convivenza civile. Per troppo tempo ci siamo illusi che, rispetto ai diritti acquisiti, non potesse che esserci un progresso, un andare avanti, una proiezione in crescendo.

Poi ci siamo svegliati e ci siamo trovati di fronte a soggetti vari che ci stanno convincendo che i diritti sono un lusso che non possiamo permetterci; che è buona cosa cederli in cambio di lavoro, di sicurezza, di vantaggi personali. Ma non è che di questo passo si darà vita ad un’età della barbarie in cui a farla da padrone sarà la sola legge della giungla dove il più fragile è destinato a perire? Ci sono fatti  che orami non suscitano più l’indignazione dovuta: morti sul lavoro; dileggio del diverso, deprezzamento di istruzione e cultura.

Ci stiamo convincendo che le maniere forti siano la panacea di tutti i mali; che derubricare a questioni di polizia tutto il disagio sociale sia la soluzione. Ma siamo sicuri che questa sia la strada giusta? Proviamo a parlarne guardandoci in faccia”. L’incontro di giovedì 8 novembre all’Isola sarà senz’altro una buona occasione.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it