Sanità, venerdì a Jesi un dibattito sui tagli al personale

Sanità, venerdì a Jesi un dibattito sui tagli al personale

La Rete regionale per la sanità pubblica e l’Assemblea per la salute pubblica di Jesi, organizzano un incontro dibattito per venerdì 23 novembre sull’attualissima e rilevante questione. La drastica, inarrestabile riduzione degli organici ha conseguenze pesanti sui lavoratori del settore e i cittadini

JESI – In otto anni, tagli e blocco del turnover hanno ridotto di 45mila unità il personale della sanità pubblica, da medici a infermieri, da ostetriche a radiologi. Se la forza lavoro impiegata complessivamente nelle amministrazioni pubbliche nel 2016 è in calo rispetto al precedente anno, la Sanità è il secondo comparto in ordine di riduzione del personale: quasi 5mila in meno nel 2016 rispetto al 2015. Ma diventano 45mila se le si confronta col 2009. È quanto si legge nel Conto economico del personale della PA 2016, pubblicato dalla Ragioneria generale dello Stato.
Il racconto di un Sistema sanitario depauperato della forza lavoro lo fanno le cifre del Ministero dell’Economia. “Per gli enti del Servizio sanitario nazionale – si legge – la riduzione del personale avvenuta nel 2016 (4.808 unità) rispetto al 2015 è la seconda più elevata in termini assoluti fra tutti i comparti”. Sempre la Ragioneria generale dello Stato attesta il calo occupazionale anche nella nostra regione. Infatti si è passati dai 20.152 dipendenti del Comparto Sanità in servizio nel 2010, ai 19.430 del 2015, con una perdita di 722 unità con contratto a tempo indeterminato, al netto dei contratti a tempo determinato non rinnovati.

In questo contesto sono estremamente pesanti le conseguenze per i lavoratori del settore e per i cittadini. I primi sono ormai sottoposti a carichi di lavoro inaccettabili, i secondi devono fare i conti con un servizio sanitario sempre più inadeguato, con i relativi rischi per la loro salute. Le stesse crescenti tensioni nei pronto soccorsi o nei reparti, che spesso degenerano in aggressioni nei confronti del personale sanitario, proposte dalle cronache con sempre maggiore frequenza, attestano una specie di “guerra tra poveri”, mentre le responsabilità risiedono nelle politiche antisociali con cui da anni stiamo facendo i conti.

Vista la stringente attualità della tematica, la Rete regionale per la sanità pubblica e l’Assemblea  per la salute pubblica Jesi, organizzano  venerdì 23 novembre a Jesi un incontro-dibattito alle ore 21 presso il Palazzo Convegni di Corso Matteotti. Interverranno: Giordano Cotichelli, lavoratore del settore, in rappresentanza dei due soggetti promotori – Achille Ginetti, medico di medicina generale

Lo sportello legale “BARRICADA”sarà presente con un banchetto informativo “PER IL DIRITTO ALLA CURA”

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it