Nada apre domenica la nuova stagione al Teatro Valle di Chiaravalle

Nada apre domenica la nuova stagione al Teatro Valle di Chiaravalle

CHIARAVALLE – Il sipario del Teatro Valle si apre sulla nuova stagione realizzata dal Comune e AMAT con il sostegno di Regione Marche e MiBAC. Città senza muri è il titolo che – dopo La Città (In)VisibilecittAcomedonnACittà dei DirittiUna città per pensare e Città più bella degli scorsi anni– è stato scelto scelto per la programmazione culturale 2018-19 del Comune. «Questo lo fondo di una stagione teatrale – precisa l’assessore alla cultura Francesco Favi – che davvero mira ad abbattere gli steccati tra un modo colto e uno popolare di concepire e abitare la scena, tra pagine più divertenti e altre più riflessive».

Apre la stagione, domenica 25 novembre,  Nada. La poliedrica artista negli anni ha saputo sempre rinnovarsi, fra tradizione e sperimentazione. In coppia con il chitarrista Andrea Mucciarelli, interpreta ora in acustico le pagine più significative del proprio repertorio –  compreso quello con l’indimenticabile trio con gli ex Avion Travel Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti – e di quello di molti altri artisti. Alle ore 18, in Teatro,  la cantante presenterà il suo ultimo libro Leonida dialogando con il giornalista Simone Caltabellotta.
Domenica 16 dicembre è la volta di Pupi siamo, spettacolo dedicato alla genialità di Pirandello, omaggio alla sua poetica, alla sua scrittura raffinata, ai suoi personaggi di intrigante e ineguagliabile indole. Due interpreti di assoluto rilievo, Gianfranco Quero e Marco Natalucci, la sapiente direzione di Gianfranco Pedullà, lo stile divertito e divertente, portano in scena un omaggio alla contraddittoria, mutevole, affascinante arte dell’attore.
Un vero e proprio omaggio ad un grandissimo regista è la pièce I Bislacchi balletto proposto dalla compagnia Artemis Danza con le coreografie di Monica Casadei e le musiche Nino Rota che si ispira all’universo di Fellini, in scena sabato 19 gennaio.
DOC Donne d’Origine Controllata è il nuovo spumeggiante show di Francesca Reggiani per riflettere sull’attualità e sul mondo che ci circonda. La Reggiani, domenica 17 febbraio, propone una fotografia dell’Italia di oggi, una panoramica sul mondo che cambia rapidamente. Sarebbe riduttivo definire lo spettacolo un monologo perché sono così tanti i personaggi che l’attrice mette in scena da far risultare il palcoscenico affollato.
Sabato 23 marzo il Centro Teatrale Senigalliese, nuova realtà marchigiana che si dedica alla produzione di teatro popolare d’arte, porta in scena Il terzo incomodo tratto da Dante, Petrarca, Boccaccio. Tre ritratti irriverenti di Luigi Lunari. Divertente gioco teatrale, eleganza formale e ritmo serrato e vivace per uno spettacolo in cui Dante e Petrarca vengono fatti a pezzi e Boccaccio avrà finalmente il suo gioioso riscatto.
Venerdì 12 aprile la compagnia Stivalaccio Teatro, fra le più interessanti della generazione dei trentenni, propone Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco. Per la breve sosta veneziana nel 1574 di Enrico III, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, una coppia di ciarlatani-saltimbanchi insieme con una ‘honorata cortigiana’ è incaricata di allestire Romeo e Giulietta. Una sorta di prova aperta dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame, dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime.
Arricchiscono la stagione due spettacoli fuori abbonamento: venerdì 28 dicembre la voce unica e inconfondibile di Luca Violini porta in scena Il piccolo principe capolavoro dello scrittore e aviatore francese Antoine de Saint-Exupéry, libro che ha segnato generazioni per aver trattato temi universali come il senso della vita e l’amicizia. La satira di Antonio Rezzaarriva a Chiaravalle sabato 4 maggio con Pitecus, un lavoro irriverente, satirico e cinico che riesce a far ridere lo spettatore di se stesso e analizza il rapporto tra l’uomo e le sue perversioni.

Gli abbonamenti a sei spettacoli del cartellone sono in vendita a 105 euro per platea e palchi centrali e a 95 euro per i palchi laterali, nei giorni 6 e 7 novembre per il rinnovo dei vecchi abbonati e 8 e 9 novembre per i nuovi alla Biglietteria Teatro Valle aperta dalle 17.30 alle 19.30. Riduzioni a, rispettivamente, 90 e 80 euro per under 25, over 65, iscritti al progetto teatrale VisionArea, insegnanti a tempo determinato e convenzionati vari.
Dal 13 novembre possibile acquistare i biglietti a 20 e 18 euro (con riduzioni rispettivamente a 17 e 15 euro)  e a 10 euro per gli studenti fino a 19 anni. Biglietto di posto unico a 15 euro, con ridotto a 10 euro per i due fuori abbonamento. Biglietteria del teatro aperta il martedì (orario 17.30/20) e il venerdì (orario 10/12), il giorno precedente lo spettacolo (orario 17.30/19.30) e quello di rappresentazione (dalle 18 a inizio spettacolo).

Informazioni: Biglietteria Teatro Valle 071/7451020; Comune di Chiaravalle, Ufficio Cultura 071 9499266, Call center dello Spettacolo delle Marche tel. 071/2133600 e AMAT tel. 071/2072439 www.amatmarche.net.

Inizio spettacoli ore 21.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it