Dal gruppo consiliare della Lega delle Marche piena solidarietà al presidente della Consulta degli immigrati di Senigallia Mohamed Malih

Dal gruppo consiliare della Lega delle Marche piena solidarietà al presidente della Consulta degli immigrati di Senigallia Mohamed Malih

Sandro Zaffiri: “Il fatto che si vociferi di una possibile sua destituzione dalla carica per il confronto avuto con la Lega, ci lascia basiti e perplessi su un atteggiamento che andrebbe a  configurarsi come un atto discriminatorio nei confronti di chi ha svolto il suo incarico mantenendo una posizione  super partes con coraggio e determinazione”

ANCONA – Il gruppo consiliare della Lega delle Marche esprime piena solidarietà al Presidente della Consulta comunale degli immigrati, extracomunitari e apolidi di Senigallia, Mohamed Malih, circa la posizione espressa sui criteri di assegnazione delle case popolari.

“Le parole espresse da Malih  rispetto alla proposta presentata dal gruppo consiliare comunale della Lega di Senigallia, non possono che essere da noi condivise e sostenute con fermezza”: interviene così il capogruppo Sandro Zaffiri (nella foto). “Apprendere che il presidente della consulta migranti abbia accolto favorevolmente il criterio di esclusione dall’assegnazione della casa popolare  a chi è in possesso di un immobile nel proprio paese di origine (criterio tra l’altro valido anche per gli italiani) – prosegue Zaffiri –   è dimostrazione di equità e buon senso scevro da qualsivoglia pensiero o posizione di  discriminazione. Il fatto invece che si vociferi di una possibile sua destituzione dalla carica di presidente della consulta per il confronto avuto con la Lega, ci lascia basiti e perplessi su un atteggiamento che andrebbe, questo sì,  a  configurarsi come un atto discriminatorio nei confronti di chi a nostro parere ha svolto il suo incarico mantenendo una posizione  super partes con coraggio e determinazione. Auspichiamo che la proposta della Lega di modifica dei criteri di assegnazione delle case popolari  venga accolta dal consiglio comunale di Senigallia e auguriamo al presidente Malih di proseguire  con impegno e caparbietà il suo lavoro all’interno della Consulta”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it