Alla festa della cicerchia di Serra de’ Conti menu per tutti i gusti

Alla festa della cicerchia di Serra de’ Conti menu per tutti i gusti

SERRA DE’ CONTI – Saranno ben 17 le Cantine aperte nel centro storico in occasione della 22^ edizione della Festa della Cicerchia ideata e sempre ben organizzata dall’omonima Associazione costituita da “ trio interista “ presieduto da Maurizio Ciamberlini ottimamente coadiuvato dal vice presidente Luigi Petrolato e dal presidente onorario Silvano Simonetti. Sono 100 i variegati menù proposti e ben approntati da valenti provetti cuochi.

Ed ecco una carrellata sui più significativi piatti che saranno proposti a tutti coloro che saranno presenti alla Festa della cicerchia.

“Al Frantoio“ saranno presentati: polenta con farina di cicerchia, Pianella di companatico.  “La Cantina della Sora Albina“, ubicata fuori dalla sede comunale, delizierà i palati con la scarpetta di cicerchia e le chitarrine del bracciante con cicerchia. Le “salsicce ‘mbriaghe‘ al vino rosso con contorno di purea di cicerchia primeggiano ala Cantina “ Mai dire mai..s “. “La Botte“ presenta la “Zuppa di cicerchia de nonna Ama‘ “ e gli originali Ovi in trippa. Zuppa d’autunno o zuppa di farro e cicerchia alla “ Cantinetta Verdeacqa“. “La Taverna dei cicerchi..oni“ propone le pappardelle al sugo finto ( bianco con coniglio ) ed i frascarelli ai maghetti. Piatti della tradizione contadina alla “Cantina delle bocce “ con la zuppa con pane brusco e le pappardelle al sugo di cinghiale. Il “Ristoro la Bona Usanza“ presenta la classica e notissima Zuppa di cicerchia in pagnotta e la trippa alla canapina. Zuppa medievale ( vegetariana ) e la porchetta grigliata mista con insalata di cicerchia alla Locanda Regina Margherita. I classici cappelletti col brodo di gallina alla Locanda da Valeria. Il notissimo “Tagliere de’ Vintore“ e lo stoccafisso al forno con patate all’ Hostaria della Loggia. Innovativi i Troccoli con ragù rosso di cicerchia a “ ICantino’..ni. Il piatto del Priore sarà il pezzo forte della Grotta de’ Padronsi insieme alle chitarrine di farro al ragù bianco. Infine “ Quelli del ..6 in condotta “ propongono i tagliolini con cicerchia e guanciale.

Altri caratteristici punti di ristoro sono  “Quelli della guanciola “che propongono la Guanciola col’pa;  “Il Carrettino intinerante dell’Osteria “con le frittelle di pane e polenta con verza, ciauscolo, prosciutto e cioccolato a fette. Infine il Banco del Pesce con pesce fritto al cartoccio e verdure pastellate. Non mancheranno i dolci presentati e proposti soprattutto alla Cantina dei dolci con brustenga, cicerchiata, crostate, ciambellone, torta di mele, pesche. il tutto annaffiato da vino bianco e rosso doc nonché visciolata.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it