“Tutti approvino la mozione di Talè per l’ospedale di Pergola”

“Tutti approvino la mozione di Talè per l’ospedale di Pergola”

Appello di Graziano Ilari, coordinatore del circolo Pd, ai consiglieri del suo partito ed a quelli della minoranza dell’Assemblea Legislativa regionale delle Marche

PERGOLA – Graziano Ilari (nella foto), coordinatore del circolo Pd di Pergola interviene per “Augurare un proficuo e fruttuoso lavoro a Federico Talè per il nuovo incarico di consigliere delegato alla sanità”. E sulla dibattuta situazione dell’ospedale di Pergola, Ilari aggiunge: “Talè conosce bene la difficile condizione di alcuni servizi del nostro nosocomio perché se ne è personalmente interessato in questi anni, traducendo l’esigenza di salvaguardare la struttura in una apposita mozione. La n. 381 del 16 luglio scorso, che sarà discussa a breve in aula dall’Assemblea Legislativa delle Marche. Una mozione volta al riconoscimento dell’ospedale di Pergola quale presidio di area disagiata e sede di Pronto Soccorso, in linea con quanto consentito dalla normativa nazionale e, in particolar modo, dal Decreto Ministeriale 70 del 2015”.

“Come Pd pergolese – prosegue Graziano Ilari – sosteniamo da anni, in ogni sede politica ed amministrativa, il mantenimento dell’ospedale di Pergola come nosocomio per acuti e abbiamo inviato ai consiglieri regionali e agli organi tecnici della sanità marchigiana diverse istanze in tal senso. Ora chiediamo formalmente e con forza a tutti i consiglieri del Pd e degli altri partiti sia di maggioranza che di minoranza che siedono in Assemblea regionale di approvare la mozione Talè, sancendo in tal modo il riconoscimento del nosocomio dell’alta Valcesano quale presidio di area disagiata”.

“Le leggi in materia sanitaria lo permettono – conclude Ilari – ed è sicuramente la miglior via percorribile per tutelare la struttura e, al contempo, il diritto alla salute dei cittadini di un’ampia fascia di entroterra”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it