Rifondazione Comunista: “La lettera spedita ai consiglieri comunali di Chiaravalle per la cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano è andata smarrita?”

Rifondazione Comunista: “La lettera spedita ai consiglieri comunali di Chiaravalle per la cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano è andata smarrita?”

di FABRIZIO ILACQUA

CHIARAVALLE- Rifondazione torna con ironia sulla lettera spedita ai consiglieri comunali a proposito della questione Mimmo Lucano, il sindaco di Riace. “La lettera aperta che da alcuni giorni, in forma pubblica e attraverso i canali istituzionali, abbiamo indirizzato ai consiglieri comunali di Chiaravalle per proporre il conferimento della cittadinanza onoraria al Sindaco di Riace Mimmo Lucano – si legge in una nota – in virtù dei suoi meriti umanitari in fatto di accoglienza e politiche attive di integrazione  nei confronti dei migranti,  pare non sia stata letta o forse si è smarrita.

“Nessun riscontro pubblico o privato su questa proposta, né di assenso, né di critica e nemmeno di attenzione ad un tema che riguarda tutti e che , nel caso di Riace ci offre esempi interessanti per affrontare problemi così importanti e decisivi per la tenuta civile delle nostre comunità. Di  questo silenzio non possiamo che rammaricarci, non tanto come Rifondazione, che il nostro impegno non si interrompe per questo, ma per la città tutta che viene privata di un’ occasione in più per discutere ed affrontare in positivo il problema e pure per il Paese che ha bisogno di gesti, anche simbolici, a sostegno della democrazia costituzionale, più volte vilipesa nei fatti dalle azioni dei governi , si pensi agli accordi con la Libia sui campi (sic) di accoglienza pensati da Minniti o alle nefande dichiarazioni quotidiane del ministro Salvini.

“Non sappiamo se questo silenzio è sciatteria, iperattività amministrativa o una meschina tecnica che crede, evitando il confronto, di “anestetizzare” lo stimolo propositivo di Rifondazione, in ogni caso è una cattivo servizio alla vita democratica della città”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it