Più di 300 ragazzi hanno preso parte a Senigallia alla Festa del Misa

Più di 300 ragazzi hanno preso parte a Senigallia alla Festa del Misa

Un’occasione per avvicinare la realtà del porto e della pesca, i nonni dell’Opera Pia ed il teatro di qualità

SENIGALLIA – Anche quest’anno la festa del Misa si è svolta con molta partecipazione da parte delle scuole dell’obbligo della città.
Interessanti sono stati gli incontri al porto con i pescatori ed i commercianti di pesce. I ragazzi hanno potuto osservare, toccare i diversi tipi di pesce che la piccola pesca raccoglie nel nostro mare. Ha stupito vedere un piccolo squalo. Hanno ascoltato le storie di un pescatore, figlio di pescatori, che già da bambino andava in mare con il padre: il freddo, la fatica e l’orgoglio del proprio lavoro e della propria vita.

Molto divertente è stato lo spettacolo messo in scena da Lucia Palozzi all’Opera Pia “Storie con le gambe per orecchie in partenza” che ha coinvolto sia gli alunni che gli ospiti della casa di riposo. Non poteva mancare la merenda offerta da Coop Alleanza 3.0 e preparata dai cuochi dell’Opera Pia.

“Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo appuntamento – commentano da Confluenze – gli sponsor Il Maestrale, Optovolante, Aspasso, Il cinema Gabbiano, Gab, i nostri volontari. Un ringraziamento va ai vigili urbani che hanno accompagnato la passeggiata sul lungo fiume nel tratto urbano. Questa edizione si è caratterizzata per lo scarso contenuto ambientale: dati i cantieri e le ruspe non si sarebbe potuto fare diversamente. Contiamo di poter offrire nella prossima primavera un ambiente curato lungo i tratti che di solito ospitano le escursioni delle scuole”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it