Le liste Prospettiva Urbino, Nel Bene Comune, Socialisti e Verdi per Urbino denunciano “l’ambigua linea di comportamento del Pd locale”

Le liste Prospettiva Urbino, Nel Bene Comune, Socialisti e Verdi per Urbino denunciano “l’ambigua linea di comportamento del Pd locale”

URBINO – Le liste Prospettiva Urbino, Nel Bene Comune, Socialisti e Verdi di Urbino, come si legge in un comunicato “non possono fare a meno di meravigliarsi del comportamento schizofrenico del Pd di Urbino: da una parte ci chiede un tavolo già fissato per il 23 ottobre e dall’altra, per voce del segretario Lorenzo Santi, dichiara che parteciperà al tavolo “Agorà” organizzato dai 5stelle per il 26 ottobre, al quale dovrebbe partecipare anche l’attuale maggioranza e sul quale ci siamo già espressi con forza paventandone i pericoli e la deriva demagogica: le idee è giusto che camminino sulle gambe di chi sa come realizzarle, non su quelle di chi fa proprie quelle altrui”.

“Abbiamo visto dove sono finite le promesse vuote di Gambini sulla riqualificazione del Mercatale, di Via Santa Chiara, sul lavoro giovanile, sul commercio, sulla promozione turistica da dilettanti allo sbaraglio. Perciò, se il Pd non smentirà questa linea di comportamento, all’incontro del 23 noi non ci saremo e lo ribadiremo all’incontro di presentazione dei nostri nuovi candidati, in programma per sabato 20 ottobre, che mostrerà la continua crescita di consensi e adesioni che stiamo raccogliendo per dare finalmente un governo a una città che sta morendo, perdendo abitanti e attività ogni giorno, nel centro come nelle frazioni, mostrando quanto sia inutile una politica che si dedica solo alle strade e ai lampioni, che ci saranno comunque utili quando saremo al governo della città, quando rilanceremo abitanti e occupazione nei servizi pubblici, nella sanità, nel turismo, nell’impresa privata, nel commercio, nella gastronomia, dando opportunità ai giovani e mettendo a regime per dare finalmente una dimensione internazionale riconosciuta dall’Unesco ma ancora drammaticamente sconosciuta al mondo”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it