Domenica ad Arcevia la rassegna “Percorsi di ascolto Festival – 2018” sotto la direzione artistica di Alessia Mortaloni

Domenica ad Arcevia la rassegna “Percorsi di ascolto Festival – 2018” sotto la direzione artistica di Alessia Mortaloni

ARCEVIA – Domenica 28 ottobre, alle ore 17, presso il Centro Culturale di San Francesco in Arcevia, con il concerto “Il violino virtuoso nell’Italia e nella Germania del Settecento – dalla spirale di Escher alla Sala degli Specchi”, la rassegna “Percorsi di ascolto Festival – 2018”, sotto la direzione artistica di Alessia Mortaloni, propone un appuntamento autunnale nell’ambito dell’iniziativa “Una domenica andando per primi”. Protagonista del concerto sarà la violinista Manuela Matis che propone un interessante programma con proiezione di immagini.

Manuela Matis, diplomata sia in violino che in viola, si è perfezionata in violino con Maja Iocanovich, e in viola con Reiner Schmidt e ha conseguito il Diploma di Musica da Camera ai corsi triennali dell’Accademia di S.Cecilia a Roma con Felix Ayo.

Il Concorso Ministeriale dei Conservatori di Musica (per esami e titoli) l’ha portata ad avere l’incarico di ruolo come docente di Musica da Camera, attualmente al Conservatorio “Monteverdi” di Bolzano, dove ha partecipato a progetti concertistici dedicati a R.Schumann, a F.Busoni, alla musica antica e a quella del ‘900, suonando in vari organici dal duo al quintetto.

Ha tenuto concerti in quartetto con Bruno Canino e Pier Narciso Masi, in duo con Filippo Faes e Marco Vincenzi, e come solista con orchestra sia col violino che con la viola. Nel giugno 2016 è stata invitata a suonare in duo violino e pianoforte al Festival “Grieg in Bergen” in Norvegia.

L’approfondimento musicale del repertorio l’ha portata a misurarsi con alcuni “corpus” di opere particolarmente significative. Quindi, in occasione dell’integrale della musica da camera di J.Brahms al Teatro Alfieri di Asti nel triennio 2001/2003, ha realizzato tutti i quartetti per pianoforte e archi, i quintetti e i sestetti.

Nel 2009 – 2010 ha eseguito due volte l’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di L.van Beethoven in duo col pianista Alberto Magagni e nel 2013 ha eseguito l’integrale delle Suites BWV 1007 – 1012 di J.S.Bach per viola sola.

Nel 2014 ha ideato il programma “Dalla spirale di Escher alla Sala degli Specchi”, con musiche per violino solo e proiezione di immagini.

Ha studiato la didattica violinistica con il celebre Maestro Enzo Porta alla Scuola di Musica di Fiesole e ha approfondito le tematiche del violino barocco con Renata Spotti. Col Quartetto Athenaeum ha vinto numerosi concorsi, ha ottenuto una borsa di studio e il Diploma di Merito presso l’Accademia Chigiana di Siena, e ha suonato per importanti stagioni concertistiche (Amici della Musica di Perugia nella “Sala dei Notari”, Accademia Filarmonica di Bologna in “Sala Mozart”, Amici della Musica di Campobasso, ecc.), incidendo inoltre i Quartetti op.87 di A.Dvorak e op.13 di R.Strauss. Dal 1999 tiene corsi di perfezionamento estivi e masterclass in Italia e all’estero (Spagna Conservatorio Superiore “Orozco” di Cordoba e Conservatorio Superiore “M.M.Littel” di Murcia , Portogallo Università “ESMAE” di Oporto, Turchia “Hacettepe University” di Ankara, Romania Università “G:Enescu” di Iasi, Finlandia Conservatorio di Kuopio).

Il concerto è ad ingresso libero.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it