Parte da Marotta il progetto per l’apertura di un Caffè Alzheimer, spazio dedicato ai malati e ai loro familiari

Parte da Marotta il progetto per l’apertura di un Caffè Alzheimer, spazio dedicato ai malati e ai loro familiari

MAROTTA – Buone nuove per il territorio della Valle del Cesano dove per il 2018 è in programma l’apertura di un Caffè Alzheimer, spazio dedicato ai malati e ai loro familiari, occasioni di relazione e di socializzazione, momenti di festa e di svago in un’atmosfera accogliente, centrata sull’ascolto e sulla cordialità.

La Auser di Marotta insieme alla Cooperativa Progetto Solidarietà di Senigallia e alla associazione Amici CSI – Centro Socio Sportivo di Mondolfo ha pensato bene di ampliare l’offerta di servizi a favore della terza età, il tutto anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano e della BCC di Fano.

I volontari, attorno a Flavio Martini che della Auser Marotta-Mondolfo è il presidente, hanno infatti manifestato il desiderio di sostenere le persone anziane più fragili del territorio, con una attenzione e una disponibilità rinnovata nei confronti di quanti risultano affetti da demenza.

La bellezza del nostro territorio è quella di poter conoscere e toccare con mano le realtà già attive e operanti nelle zone limitrofe. E l’esperienza del Caffè Alzheimer di Senigallia non è passata inosservata al di là del fiume Cesano. Se ci aggiungiamo la volontà condivisa delle realtà coinvolte di creare sinergie attive, di darsi da fare per offrire servizi semplici ma di valore, il gioco è fatto.

Il Caffè Alzheimer può essere descritto in mille modi, a voce, con le immagini, con gli aneddoti di chi lo frequenta. Ma meglio ancora sarà viverlo e parteciparvi.

Per raccontarlo sono previsti 4 incontri formativi per sensibilizzare le famiglie, per dire cosa si fa e far percepire il clima che si respira, per ribadire quanto sia benefico affrontare la malattia non più soli.
Quattro date e quattro luoghi diversi, ma strategici. Luoghi in cui si sperimenta già un bel clima di comunità, di attenzione e di vicinanza.
E così lunedì 1 ottobre l’incontro si terrà a Mondolfo, presso il salone parrocchiale S. Agostino; martedì 2 ottobre a Marotta, nei locali della Parrocchia di San Giuseppe; mercoledì 3 a San Costanzo, presso la Biblioteca Comunale don Antonio Betti e infine a Monteporzio lunedì 8 all’Oratorio Parrocchiale di via Montegrappa di Castelvecchio.

Gli incontri sono aperti a tutti e cominceranno alle ore 21. Sarà sufficiente partecipare ad uno solo di questi a prescindere dal luogo di residenza.

Gli incontri al Caffè Alzheimer veri e propri si terranno invece nei pomeriggi di mercoledì 17 e 31 ottobre, 14 e 28 novembre, dalle ore 16 e 30, tutti nello stesso luogo, il Centro Socio Sportivo Giovanni Paolo II a Centocorci di Mondolfo, messo a disposizione gratuitamente per questa iniziativa.
Quattro quindi gli incontri per passare insieme un paio d’ore in allegria. Perché il caffè Alzheimer è prima di tutto questo: festa, leggerezza, condivisione, relazioni belle.
La partecipazione è libera e gratuita, l’accoglienza garantita. Vi aspettiamo.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il 349 470 6064.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it