Presentato in via Carducci il nuovo gruppo dirigente della Condotta Slow Food di Senigallia

Presentato in via Carducci il nuovo gruppo dirigente della Condotta Slow Food di Senigallia

SENIGALLIA – Nella suggestiva cornice di via Carducci si è svolta mercoledì sera la cena “Cento per Cento”, organizzata dalla Condotta Slow Food di Senigallia per presentare il nuovo fiduciario Lucio Pasquini e il nuovo comitato di condotta composto da Andrea Cerigioni, Michele Piccioni, Nicolas Baccani, Enrico Segoni, Fabrizio Franceschetti e Maurizio Perini. Nell’occasione, il nuovo gruppo dirigente della Condotta ha esplicitato la volontà di riconfermare la convenzione in corso con il Comune di Senigallia.

“A Lucio Pasquini – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – e a tutto il nuovo comitato di condotta, i miei più sinceri auguri di buon lavoro nella certezza che sapremo dare continuità alle azioni intraprese in questi anni per la crescita e la promozione dei presidi Slow Food del nostro territorio”.

“Chi ha avuto modo di partecipare all’evento o solamente si è trovato a passeggiare tra i tavoli allestiti mercoledì sera lungo via Carducci – continua Mangialardi – non ha potuto fare a meno di respirare la magica atmosfera venutasi a creare sullo sfondo di porta Lambertina. Questo angolo di città, è divenuto ormai da tempo un suggestivo luogo di incontro e socialità aperto a tutti, capace oggi di ospitare alcune delle più rinomate eccellenze enogastronomiche della città. Non è certo un caso che, insieme alla Condotta Slow Food, i protagonisti veri di questa stupenda serata siano stati gli operatori che si affacciano sulla splendida via, dal Caffè Pasquini alla Taverna del Porto, dal ristorante Nana al Caffè Carducci, fino alla pizzeria Box 9 e alla gelateria Brunelli. Al loro fianco tre delle nostre migliori aziende vitivinicole del territorio: Santa Barbara di Senigallia, Mencaroni di Corinaldo e Vicari di Morro d’Alba. Insomma, eccellenze enogastronomiche assolute dentro una grande eccellenza urbanistica come via Carducci, frutto della rigenerazione fortemente voluta dall’Amministrazione comunale negli scorsi anni”.

“A tal proposito – aggiunge Mangialardi – colgo l’occasione per formulare le mie più sentite congratulazioni a Paolo Brunelli e Stefano Antonucci, che proprio in questi giorni hanno ricevuto due nuovi importanti riconoscimenti che continuano a dare prestigio alla nostra città. L’attività di Brunelli, per il secondo anno consecutivo, è stata decretata miglior gelateria artigianale d’Italia da Dissapore, testata giornalistica specializzata in gastronomia, mentre l’annuario dei migliori vini italiani redatto da Luca Maroni ha individuato l’Animale Celeste di Antonucci come il miglior Sauvignon nazionale”.

 

 

Senigallia, 27 luglio 2018

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it