Oslobodjenje, il più importante quotidiano bosniaco tributa un riconoscimento a Fano e alla scuola fanese

Oslobodjenje, il più importante quotidiano bosniaco tributa un riconoscimento a Fano e alla scuola fanese

di GEMMA NATALI C.

FANO – Fano si guadagna una pagina del più importante quotidiano della Bosnia-Erzegovina: su Oslobodjenje (“Liberazione”), la Città della Fortuna viene menzionata con un ampio articolo sull’Incontro/Conferenza del poeta Emir Sokolovic, tra i più importanti scrittori bosniaci, tenutasi il 29 Maggio scorso alla Mediateca Montanari, all’insegna dell’Interculturalità. Nell’articolo viene descritto nei particolari il Progetto ideato e organizzato dal Prof. Polo Maria Rocco, docente al “Battisti” del Polo 3 di Fano, diretto dalla Dirigente scolastica Prof.ssa Eleonora Augello della quale si sottolinea la sensibilità di aver sostenuto l’idea e la realizzazione dell’Attività “Dialoghi culturali con la Bosnia Erzegovina”.

Un Progetto didattico promosso con grande convinzione anche dall’Ambasciata italiana a Sarajevo guidata dall’Ambasciatore Nicola Minasi che ha concesso il suo Patrocinio. Una vetrina di grande impatto, quindi, per Fano che trova, così, un ulteriore e prezioso riconoscimento di città aperta al confronto con le Comunità d’oltremare con le quali, peraltro, l’amministrazione comunale ha già avviato importanti contatti.

Si può dire, quindi, che “Dialoghi culturali con la Bosnia Erzegovina” non ha soltanto aperto una nuova strada verso i Balcani ma ha anche promosso la Scuola fanese e, nello specifico, il Polo3, dotandola di nuovi strumenti di conoscenza di una Regione Balcanica di grande importanza storica e culturale. Ricordiamo che “grazie ancora alla collaborazione dell’Ambasciata italiana e di Emir Sokolovic, il Progetto potrebbe avvalersi di ulteriori sviluppi nel 2019”, come ha dichiarato l’ideatore Prof. P.M.Rocco, docente e poeta egli stesso: nel 2016 ha vinto il Primo Premio nel Festival internazionale “La Piuma di Zivodrag Zivkovic” con il suo primo libro di poesie “I Canti”, e nel Maggio 2018 ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria del Premio nazionale di Poesia e Narrativa “Casentino”, presieduta dal prestigioso studioso e critico letterario Silvio Ramat, per alcune poesie tratte dal suo ultimo lavoro in versi, inedito, intitolato «Bosnia – appunti di viaggio e altre poesie».

Paolo M. Rocco è anche autore del romanzo «Virginia, o: Que puis-je faire?» edito da Bastogi, molto apprezzato per la storia narrata che ha il pregio, anche, di farci conoscere, attraverso il racconto dell’esistenza di una giovane pianista del Maine, alcuni episodi della vita straordinaria di Guido d’Arezzo, inventore della notazione musicale. Nell’articolo del quotidiano bosniaco è stata ricordata, poi, l’importante presenza alla Conferenza della MeMo, dell’Assessore comunale S. Mascarin e del Presidente dell’Associazione “Lutva”, di Orciano, Luca Palombi.

Nella foto: l’articolo pubblicato sul quotidiano bosniaco Oslobodjenje, intitolato “Promozione dell’Interculturalità tra i Popoli”

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it