Gialli e non solo, a Senigallia la Biblioteca Antonelliana rende omaggio all’attività editoriale della Fondazione Rosellini

Gialli e non solo, a Senigallia la Biblioteca Antonelliana rende omaggio all’attività editoriale della Fondazione Rosellini

SENIGALLIA – In vista delle manifestazioni legate al Festival del Giallo senigalliese, è stata allestita nell’emeroteca della Biblioteca Comunale Antonelliana una mostra esemplificativa della ricca e originale attività editoriale della Fondazione Rosellini per la Letteratura Popolare intitolata “La biblioteca dei 10.000 omicidi”.

La dotazione del fondo, costituito da oltre 60.000 volumi, si caratterizza infatti per la specializzazione disciplinare negli ambiti del giallo, della fantascienza, del fantasy, dell’horror, dell’avventura e del rosa, una biblioteca che, per la sua completezza costituisce un unicum nel pa-norama nazionale.

La Fondazione Rosellini per la Letteratura Popolare di Senigallia, fondata nel 1997, è un istituto privato senza scopo di lucro che svolge funzioni di conservazione e tutela del patrimonio editoriale italiano, rivolgendo particolare attenzione alla letteratura popolare in tutte le sue forme ed espressioni.

In questo contesto fin dalla sua nascita la Fondazione ha anche curato pubblicazioni che consentono di approfondire la conoscenza di personaggi e storie legate appunto alla letteratura di genere, un’attività editoriale riconosciuta a livello nazionale per qualità e professionalità: di qui il senso della mostra in biblioteca.

La Fondazione è anche uno dei partner principali della manifestazione “Ventimilarighesottoimari in giallo”, il Festival dedicato al genere “poliziesco” che si svolge ogni anno a Senigallia nel mese di agosto. In questo contesto presso la nuova sede della Fondazione, in Via Manni, 27, è stato costituito uno spazio denominato “Camera Gialla” che raccoglie praticamente tutti i libri gialli pubblicati in lingua italiana, con molte illustrazioni originali. Un materiale sterminato che contiene una vera e propria rarità: il primo volume della mitica collana Mondadori con la copertina su sfondo giallo dalla quale ebbe inizio, in Italia, la definizione di questo genere letterario. Si intitola La strana morte del Signor Benson pubblicato nel 1929.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it