Due start up  di JCube sperimenteranno con il Comune di Jesi efficienza energetica e monitoraggio ambientale

Due start up  di JCube sperimenteranno con il Comune di Jesi efficienza energetica e monitoraggio ambientale

JESI – Due interessanti sperimentazioni ad alto contenuto tecnologico saranno attivate dal Comune di Jesi con altrettante start up di JCube nell’ambito della smart city, e in particolare dell’efficienza energetica e del monitoraggio ambientale.

Con la startup Campania Sistemi si testerà una piattaforma per il telecontrollo wireless dell’illuminazione pubblica. Saranno individuati cinque lampioni in cui sostituire le lampade presenti con altre a led di nuova generazione, inserendo anche, all’interno dei corpi illuminanti, dispositivi di telecontrollo wireless per effettuare diagnosi energetica e monitoraggio. Tali dispositivi consentiranno il controllo e la gestione da remoto di ogni singolo punto luce, la verifica dei consumi, l’accensione e lo spegnimento automatico di ogni singolo punto luce, lo sviluppo della potenza di illuminazione durante orari prestabiliti, assicurando così un significativo miglioramento del servizio e della qualità dell’illuminazione pubblica.

Con la startup Omica si procederà ad attività di misurazione e validazione di un sistema di monitoraggio ambientale aria-acqua. In particolare saranno installate due centraline in grado di misurare i parametri di qualità dell’aria in posizioni ritenute significative, come ad esempio una zona urbanizzata in centro o in prossimità della centrale biogas. Con almeno sei sensori, la centralina è in grado di monitorare altrettanti valori chimici. Sei i sensori anche per la stazione di monitoraggio dell’acqua che dunque entra per la prima volta all’interno di un processo di controllo su base comunale per misurare temperatura, conducibilità, ossigeno disciolto, acidità, potenziale di ossido riduzione e tutta una serie di ioni (calcio, fluoro, magnesio, nitrati, potassio, sodio, ecc.).

“Sono molto contento di queste due sperimentazioni – ha sottolineato il sindaco Massimo Bacci  – e soprattutto dello straordinario lavoro che sta svolgendo JCube, un incubatore di imprese che si è consolidato nel tempo e che ad oggi è diventato un punto di riferimento nazionale. Mi auguro che sempre più questo nostro territorio, e soprattutto il suo tessuto produttivo, sappia cogliere le opportunità che JCube è in grado di offrire sia come strumentazione che come professionalità. È una eccellenza che assolutamente può contribuire ad elevare il livello delle nostre produzioni, dalla manifattura digitale all’automazione avanzata”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it