Un progetto del gruppo “In movimento-Corinaldo c’è” per rendere più vivibile il centro storico

Un progetto del gruppo “In movimento-Corinaldo c’è” per rendere più vivibile il centro storico

CORINALDO – Il riassetto della viabilità e dei parcheggi nel centro storico di Corinaldo continua a destare interesse. Grazie al gruppo di minoranza “In movimento-Corinaldo c’è” se ne parlerà finalmente anche in Consiglio comunale.

Da parte nostra riteniamo utile contribuire al dibattito in corso pubblicando anche la terza parte della mozione ed alcune tavole.

La mozione del gruppo consiliare “In movimento-Corinaldo c’è” riguarda la nuova viabilità, il riassetto dei parcheggi, la regolamentazione della zona a traffico limitato nelle aree limitrofe al Centro Storico ed all’interno della cerchia muraria.

Realizzazione di due nuove aree da destinare a parcheggio. É indubbio che il nostro comune abbisogna di nuove aree da destinare a parcheggio. Aree che vanno sicuramente localizzate all’esterno del Centro Storico ed in posizione strategica. L’attuale amministrazione comunale ha individuato la casa ex suore come localizzazione di un parcheggio esterno alla cerchia muraria. Scelta azzeccata a nostro parere e da svilupparsi nell’immediato, magari nella prima fase demolendo l’edificio diroccato e pericolante per realizzare subito un’area da rendere disponibile alla sosta con costi pertanto relativamente bassi.

Altra area, per la quale esiste uno stralcio di progetto realizzato dallo studio tecnico associato Montesi/Morganti è quella localizzata a ridosso di via del fosso, area attualmente in vendita. Questa zona è geograficamente contrapposta all’area della casa ex suore e quindi ha un valore strategico importante anche per questo aspetto, in questa area sono previsti 60 posti auto e la possibilità di realizzare dei box al di sotto della rampa di accesso, inoltre anche in questo caso i costi potrebbero essere alquanto accessibili. In un futuro immediato queste due aree potrebbero prevedere la delocalizzazione dei parcheggi destinati ai visitatori/turisti con un costo orario da identificare che potrebbe ripagare l’investimento e la manutenzione ordinaria. É di notevole importanza la realizzazione di infrastrutture di questa tipologia soprattutto nell’intendimento ed in prospettiva di assurgere a località turistica, questi servizi rappresentano la base della domanda turistica. e) Regolamentazione della Zona a Traffico Limitato all’interno della cerchia muraria. Crediamo che pedonalizzare il Centro Storico sia una procedura inevitabile nell’immediato futuro, ma crediamo che occorra una specifica progettualità, diluita nel tempo.

Attuare, oggi, in maniera coercitiva ed immediata una chiusura totale del traffico nelle arterie principali del Centro Storico ha una conseguenza di aspetti negativi indiscutibili. Abbiamo avuto modo di dire che principalmente occorra privilegiare e rendere armonica la convivenza entro la cerchia muraria di diverse categorie di utenti. Nel caso della Z.T.L. vanno armonizzate le esigenze della cittadinanza e dei residenti in primo luogo e di quanti esercitano un’attività lavorativa magari da decenni e meritano incondizionato rispetto.

É indubbio ed indiscutibile che per quest’ultima categoria la chiusura rappresenti una ipotesi da scongiurare, abbiamo visto nel recente passato quanto accaduto a Senigallia, in altre comunità più piccole come Ostra Vetere, Ostra, Barbara per citarne alcune; dove l’interdizione del traffico ha rappresentato la graduale chiusura di tutte le attività commerciali all’interno della Z.T.L.. Vanno salvaguardati gli interessi della cittadinanza e dei residenti che debbono avere libero accesso alla rete di servizi, pensiamo agli uffici comunali, alle banche, alle poste agli studi tecnici, medici e quant’altro presenti all’interno del Centro Storico. Per tanto diciamo che in primo luogo vanno difese queste tipologie di interessi, in seguito al compimento delle infrastrutture necessarie possiamo ipotizzare un avvicinamento alle richieste dei visitatori/turisti come già eluse in maniera sufficiente con il riassetto ipotizzato della viabilità. Una domanda inoltre ci appare spontanea: quante attività possono affermare, oggi, di lavorare 365 giorni con quanto apportato dai turisti, forse solo alcune. Crediamo che si debba iniziare ad individuare un’arco temporale della giornata interdetto al traffico, ma che ciò vada fatto in un primo momento in maniera molto leggera e solo dopo averne valutato bene i risvolti si possano adottare altre tempistiche, altre zone da escludere.

La nostra ipotesi segue l’identificazione della Z.T.L. nella struttura delle zone a parcheggio sopra descritte ed in varie fasi da delinearsi nella fase progettuale 2018/20: i) ZTL zona A1 2018/2019 – dalle 20.00 alle 9.00 giorni feriali (giugno / agosto) Dalle 13.00 alle 9.00 nei festivi. Accesso consentito: residenti; carico scarico lavoratori; mezzi di soccorso; disabili. Carico scarico corrieri solo al mattino dalle 10.00 alle 13.00. ii) ZTL zona A1 dal 2020 – dalle 13.00 alle 9.00 giorni feriali. 24 ore nei giorni festivi. Accesso consentito: residenti; carico scarico lavoratori; mezzi di soccorso; disabili. Carico scarico corrieri solo al mattino dalle 10.00 alle 13.00. iii) ZTL zona A2 dal 2020 – dalle 19.30 alle 9.00 feriali. 13.00/9.00 festivi. Accesso consentito: residenti; carico scarico lavoratori; mezzi di soccorso; disabili. Carico scarico corrieri solo al mattino dalle 10.00 alle 13.00. Per i disabili l’accesso dovrebbe essere sempre garantito anche durante le varie manifestazioni, feste, eventi e/o comunque prevedere ogni forma possibile di agevolazione e fruibilità del Centro Storico.

Nelle aree blu è consentito l’acquisto degli spazi su base annua con tariffa scontata. Per l’area camper possiamo prevedere di applicare una minima tassa di soggiorno, molti ne fruiscono in maniera irregolare e con mancanza di rispetto questo perché non viene dato il giusto valore all’area. progettualità da svilupparsi nel triennio 2018/2020. i) parcheggio via del fosso. Progetto e sviluppo entro il 2020. i/a) parcheggio ex casa suore 2018 iniziare demolizione, 2019 spazio per sosta, verificare progettualità edificazione parcheggio più piani. ii) sbancamento piazzale Bucci per passaggio autobus e maggiore fluidità del traffico. iii) fermata autobus area ex scuola media iv) zona camper da regolamentare.

3) Fine

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it