Come si scrive un romanzo storico: dalla scrittrice Chiara Giacobelli segreti, tecniche e consigli pratici

Come si scrive un romanzo storico: dalla scrittrice Chiara Giacobelli segreti, tecniche e consigli pratici

Appuntamento sabato pomeriggio, alle ore 18.30, nel Cortile della Rocca Roveresca di Senigallia

SENIGALLIA – Nell’ambito della manifestazione “Il Solenne Ingresso” , dedicata all’entrata in città di Giovanna da Montefeltro e Giovanni della Rovere, sabato 9 giugno alle 18,30 nel grazioso spazio del Cortile della Rocca Roveresca la scrittrice e giornalista marchigiana Chiara Giacobelli (nella foto) terrà una conferenza dal titolo “Come si scrive un romanzo storico: segreti, tecniche e consigli pratici” . Con lei dialogherà il noto professore Camillo Nardini, mentre ad aprire l’evento sarà il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi.

Si tratta senza dubbio di uno degli appuntamenti di punta della rievocazione storica organizzata da Lorenzo e Anna Marconi attraverso l’associazione L’Estetica dell’Effimero, in cui tre personaggi di rilievo forniranno, attraverso la lettura di alcuni racconti e un botta e risposta vivace, una vera e propria guida per avvicinarsi alla scrittura, nello specifico a quella di taglio storico . Fondamentale la distinzione tra saggista e romanziere, come pure importanti da conoscere per chiunque voglia provare a cimentarsi nel racconto della storia quegli stratagemmi per ottenere un ottimo risultato, senza incappare in errori grossolani, alcuni spesso sottovalutati.

L’incontro è adatto a tutti, giovani e adulti, sia già avviati verso un interesse o una professione narrativa, sia semplici appassionati di storia o curiosi dell’arte dello scrivere. La forma spontanea e informale che caratterizzerà la conversazione permetterà infatti a chiunque di entrare in contatto con un mondo appassionante e talvolta terapeutico, dando anche la possibilità al pubblico di interagire e magari sottoporre i propri scritti al termine del dibattito.

Chiara Giacobelli è una scrittrice e una giornalista. Nata nel 1983, si è laureata con lode in Scienze della Comunicazione con una tesi sul cinema di Michelangelo Antonioni e Luchino Visconti, per poi specializzarsi sempre con lode in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo presso l’Università di Roma Tor Vergata, dove ha conseguito il Premio Raeli destinato ai più brillanti studenti dell’Ateneo. Ha iniziato a dedicarsi al giornalismo nel 2006. Nel 2010 è entrata a far parte dell’ufficio stampa del Senato della Repubblica a Palazzo Madama. Nel 2011 ha esordito ufficialmente come scrittrice con il libro “101 cose da fare nelle Marche almeno una volta nella vita” (Newton Compton Editori); sempre per la Newton Compton ha scritto “1001 monasteri e santuari in Italia da visitare almeno una volta nella vita”. Nel 2015 è arrivato in libreria con la stessa casa editrice “Forse non tutti sanno che nelle Marche…” , che ha visto quattro ristampe in poco tempo e raccoglie racconti storici su personaggi, leggende, famiglie, luoghi, tradizioni della nostra regione. Hanno fatto seguito l’apprezzato romanzo d’esordio “Un disastro chiamato amore” edito dal gruppo Fanucci (Leggereditore) – entrato tra i bestseller della narrativa al femminile e di recente uscito di nuovo in tutte le librerie in formato pocket – e “101 cose da fare in Veneto almeno una volta nella vita”.

Per l’Huffington Post tiene un seguito blog culturale ( [ https://www.huffingtonpost.it/author/chiara-giacobelli/ | https://www.huffingtonpost.it/author/chiara-giacobelli/ ] ) in cui ogni mese pubblica un racconto storico in merito a personaggi che hanno compiuto gesta notevoli e hanno avuto vite affascinanti, ma non sono diventati celebri come altri, pertanto vale la pena di scoprirli. Tra questi c’è anche la figura di Giovanna da Montefeltro , con i luoghi di Senigallia a lei legati.

La conferenza è a ingresso libero e dà anche la possibilità di visitare gratuitamente gli spazi esterni della Rocca.

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it