Ceccarelli (Rinnovamento): “Siamo liberi e non siamo agli ordini di nessuno”

Ceccarelli (Rinnovamento): “Siamo liberi e non siamo agli ordini di nessuno”

di FABRIZIO ILACQUA

CHIARAVALLE – Torna a infuocarsi la campagna elettorale a Chiaravalle. Stavolta, a prendere posizione, è la candidata a sindaco per la lista di centro destra Rinnovamento, Fabiola Ceccarelli.

“E’ gravissimo ed offensivo – si legge in una nota della Ceccarelli – il comunicato della lista Chiaravalle Domani. La sottoscritta e tutti i candidati della lista Rinnovamento non hanno creato di certo una squadra su ordine della segreteria Pd, come Damiano Costantini vuol far intendere nel suo assurdo comunicato. Non abbiamo né padrini né padroni, come abbiamo sempre dichiarato, e sfidiamo chiunque a dimostrare il contrario”.

Poi la Ceccarelli chiarisce la propria posizione in merito al convegno organizzato all’Isola. “Sceglieremo se partecipare o meno, ma accostare la lista Rinnovamento al Pd o ad altre liste in competizione alle amministrative del 10 giugno è offensivo. Non abbiamo mai chiesto nulla a nessuno, siamo sempre andati per la nostra strada, ci autofinanziamo, siamo gli unici che in questa campagna elettorale non abbiamo portato il confronto sul terreno dell’invettiva e dell’insulto come fanno tutti i giorni altri candidati, in primis quelli della lista dell’attuale sindaco e i loro mentori, che dovrebbero brillare per equilibrio e tolleranza.

“Rinnovamento è una lista giovane, seria, che difende i valori del centrodestra pur essendo composta da persone che non si erano mai affacciate alla politica attiva. La nostra lista è nata proprio con questo obiettivo ed è offensivo affermare, come fa Chiaravalle Domani con parole testuali che pesano come macigni e che sono totalmente infondate, che Rinnovamento “è stata creata con il mero intento di distribuire i voti degli elettori a discapito della lista di Chiaravalle Domani”.

“Un’affermazione falsa e di inaudita violenza. In una campagna elettorale esacerbata da toni inqualificabili – continua la nota – noi continueremo a dire la nostra con garbo, sobrietà e rispetto degli avversari ma a nessuno è consentito infangare il nostro nome e i nostri ideali. Mi riservo di agire in ogni opportuna sede a tutela delle mie ragioni e dei miei interessi e di quelli della lista Rinnovamento, anche per un’eventuale richiesta di risarcimento danni”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it