Anche il Comune di Castelleone di Suasa ha firmato il “Patto per la sicurezza urbana”

Anche il Comune di Castelleone di Suasa ha firmato il “Patto per la sicurezza urbana”

La sottoscrizione resa possibile grazie all’intervento del gruppo consiliare Lista Civica Paese Verde

Anche il Comune di Castelleone di Suasa ha firmato il “Patto per la sicurezza urbana”CASTELLEONE DI SUASA – “Fin dal nostro insediamento all’inizio del mandato dell’Amministrazione comunale – si legge in una nota diffusa dal Gruppo consiliare Lista Civica Paese Verde -, abbiamo sempre svolto il nostro ruolo di minoranza in modo serio, costruttivo, propositivo nell’esclusivo interesse della comunità, sostenendo le scelte che abbiamo ritenuto giuste e criticando e contrastando ciò che ci pare negativo e dannoso per i cittadini. Quindi un atteggiamento basato non sul pregiudizio o sul “no” a prescindere, una funzione di controllo dell’attività comunale, ma anche di proposta e suggerimenti utili, basata sempre su dati certi e criteri oggettivi.

“In questi quattro anni più volte ci siamo distinti e caratterizzati per questo  modo di lavorare e negli ultimi giorni ne abbiamo dato ulteriore riprova. Infatti il 20 giugno 2018 la Prefettura di Ancona comunicava che il Prefetto Dott. Antonio D’Acunto aveva sottoscritto con dodici Sindaci della Provincia il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”. Le Amministrazioni comunali che hanno espresso la volontà di aderire al patto sono: Barbara, Camerano, Castelfidardo, Fabriano, Jesi, Loreto, Osimo, Ostra, Ostra Vetere, Serra de Conti, Trecastelli. Questo documento costituisce l’applicazione di quanto previsto dall’art. 5 del Decreto Legge n. 48 del 20 febbraio 2017, in cui ci si impegna ad elevare gli standard di sicurezza presentando progetti che prevedano l’istallazione di sistemi di videosorveglianza che possono beneficiare di appositi finanziamenti statali. Abbiamo notato però  che tra questi comuni, Castelleone di Suasa non era presente, a differenza invece di Comuni limitrofi come Barbara e Ostra Vetere. Perdere questa occasione sarebbe stato per il nostro Comune un danno pesante.

“Quindi, tenuto conto che l’istallazione di impianti di videosorveglianza oltre che ad essere richiesti dai cittadini, sono strumenti utili e necessari per rafforzare la sicurezza, la prevenzione, il controllo del territorio  e il rispetto del decoro urbano, abbiamo chiamato subito gli uffici comunali e precisamente la dottoressa Spaccialbelli Segretario comunale, persona capace, competente e con un forte spirito di collaborazione, e abbiamo rappresentato tutto questo facendo presente appunto la necessità di attivarsi da subito per aderire a tale iniziativa e non perdere l’opportunità di usufruire di risorse finanziarie statali.

“Immediatamente il Segretario comunale  ha contattato la Prefettura di Ancona per sapere se il Comune di Castelleone di Suasa poteva ancora aderire e sottoscrivere il “Patto per la sicurezza urbana”, quindi ha fatto predisporre dall’ufficio della polizia locale dell’Unione dei Comuni Misa-Nevola, responsabile Dott. Stefano Martelli, uno studio di fattibilità che prevede l’istallazione di quattro  impianti di video sorveglianza nel territorio comunale, per un costo complessivo di 30.000,00 euro di cui 6.000,00 euro (20% dell’importo totale) a carico del bilancio comunale e il resto a carico dello Stato. Il 25 giugno 2018 La Giunta comunale, sempre su iniziativa del Segretario comunale con delibera n. 29 ha approvato il progetto e ha dato mandato al Sindaco a sottoscrivere con la Prefettura il “Patto per la sicurezza urbana” e giovedì 28 giugno la Prefettura di Ancona ha dato comunicazione che anche il Comune di Castelleone di Suasa ha finalmente firmato il “Patto per la sicurezza urbana”.

“Anche in questo caso – si legge sempre nella nota diffusa dal Gruppo consiliare Lista Civica Paese Verde – riteniamo di avere svolto il nostro ruolo di minoranza in modo serio, responsabile e propositivo facendo presente all’Amministrazione comunale che c’era questa importante opportunità,  e ci fa piacere che siamo stati ascoltati. Continueremo a lavorare con spirito di servizio per la nostra comunità come abbiamo sempre fatto, convinti di svolgere il nostro dovere per il bene dei cittadini”.

PER SAPERNE DI PIU’

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it