Rifondazione comunista e Fiordelmondo prendono posizione sulla Ztl di Chiaravalle

Rifondazione comunista e Fiordelmondo prendono posizione sulla Ztl di Chiaravalle

CHIARAVALLE – “Forse pochi se ne saranno accorti – si legge in una nota di Rifondazione Comunista -, che la Ztl di Corso Matteotti è soggetta ad un periodizzazione molto articolata, ma la chiusura estiva pomeridiana di corso Matteotti non è ancora iniziata, nonostante i cartelli la indichino per il primo maggio.
“Crediamo che questo rinvio sia da imputare ai lavori per la risistemazione di Piazza Mazzini pur non essendoci indicazioni e avvisi di sorta. Questo fatto ci induce però a qualche considerazione. Da sempre la Ztl è stata vissuta da molti, non solo commercianti, più come un problema che come un vantaggio e, crediamo a ragione. Quella che si offre per corso Matteotti è una “sperimentazione” così fu definita quando da chi l’istituì, che dura da trent’anni (1987), da allora nessuno è intervenuto, Candelaresi, Bianchini, Montali, Costantini (i sindaci che si sono succeduti in questo trentennio) non sono stati capaci di avanzare una proposta e poi realizzare una scelta. Eppure quella scelta non solo è necessaria ma addirittura decisiva. Allo stato attuale infatti mette in difficoltà il commercio, non è fruibile dai cittadini, non è attrattiva e vissuta come luogo centrale della città.
“ Noi invece proponiamo, senza titubanza – si legge sempre nella nota di Rifondazione Comunista -, la definitiva pedonalizzazione del corso, ovviamente integrandola con interventi alla viabilità, all’arredo urbano, alle iniziative e al sostegno al commercio che c’è e a quello che si potrebbe stimolare. Ci auguriamo che su questo tema si possa aprire un confronto subito tra i vari candidati a sindaco e i cittadini e che tutti, come noi , abbiano il coraggio di dire parole chiare su questo tema”.

————————

di DAVIDE FIORDELMONDO*
Ormai saprete tutti che la ZTL di Corso Matteotti ha fasce di apertura/chiusura al traffico molto articolate. Quanti però si sono accorti che quest’anno la chiusura estiva pomeridiana non è ancora iniziata? Non venitemi a dire che non è vero perché avete visto i cartelli che annunciano la pedonalizzazione dal 1 Maggio, ecc, ecc. Vi assicuro che è così: ho visto la delibera. Credo che questo rinvio sia da imputare ai lavori per la risistemazione di Piazza Mazzini pur non essendoci indicazioni e avvisi di sorta.
Questo fatto comunque merita qualche considerazione. Immagino sia ormai evidente che la ZTL è stata vissuta da molti, e non solo dai commercianti, più come un problema che come un vantaggio.
Quella che si offre per corso Matteotti è una “sperimentazione” che dura da trent’anni (così fu definita da chi l’istituì nell’ormai lontanissimo 1987). Da allora nessuno è intervenuto. Non Candelaresi, non Bianchini, non Montali, né Costantini (i sindaci che si sono succeduti nel trentennio) sono stati capaci di avanzare una proposta e finalmente realizzare una scelta chiara e funzionante.
Eppure a me sembra così evidente che una scelta non solo è necessaria ma addirittura decisiva. Allo stato attuale infatti la “non scelta” mette in difficoltà il commercio, non è fruibile dalla gente, non è attrattiva e non è vissuta come luogo centrale della città.
Sostengo e propongo, senza titubanza, la definitiva pedonalizzazione del corso. Ovviamente la pedonalizzazione va integrata con interventi alla viabilità, all’arredo urbano, alle iniziative di sostegno al commercio che c’è e a quello che si potrebbe stimolare.
Spero bene che su questo tema si possa aprire un confronto subito tra i vari candidati a sindaco e la popolazione residente e che si abbia come me il coraggio di dire parole chiare su questo tema.
*Candidato sindaco PRC-SE Chiaravalle

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it