Nel ponte del Primo Maggio le Grotte di Frasassi hanno raggiunto le 8.600 presenze

Nel ponte del Primo Maggio le Grotte di Frasassi hanno raggiunto le 8.600 presenze

Da sabato 28 aprile a martedì 1 maggio ci sono stati circa 3.600 ingressi in più rispetto allo scorso anno

GENGA – La performance del lungo ponte di maggio è stata più che buona. Turisti arrivati da tutte le Marche e dal centro Italia. La Gola di Frasassi si conferma quale meta turistica che riesce a coinvolgere più target: dai giovani che amano immergersi nella natura e in lunghe escursioni nei tanti percorsi naturalistici del comprensorio, agli adulti più dediti alla visita nei luoghi d’arte.

Così le Grotte di Frasassi si confermano un volano per il turismo nel cuore delle Marche. Buona performance anche per le strutture ricettive del territorio, trattorie e ristoranti, che durante il ponte del 1 maggio hanno lavorato per soddisfare al meglio le richieste dei clienti.

Dunque sono stati giorni intensi, in cui tutto il personale delle Grotte di Frasassi, dalla biglietteria alle guide, fino all’ingresso, ha compiuto un ottimo lavoro in piena sinergia e coordinamento per far sì che il pubblico delle Grotte usufruisse dei vari servizi senza alcun intoppo. E infatti così è stato.

Di seguito il dettaglio sui dati di affluenza:

Nel giorno del 1 maggio c’è stato un incremento del 16% rispetto al 2017, passando da 2.031 ingressi a 2.361. Sabato sono stati 1.483 i turisti che hanno scelto le Grotte di Frasassi, contro i 791 dell’anno scorso. Praticamente il doppio. Mentre domenica sono stati staccati 2.515 biglietti rispetto  ai 1.875 del 2017: +34%.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it