La segreteria di MdP risponde alla sparuta minoranza: “Noi fedeli a Costantini e a Chiaravalle Domani”

La segreteria di MdP risponde alla sparuta minoranza: “Noi fedeli a Costantini e a Chiaravalle Domani”

Il coordinatore provinciale Gianfranco Leonelli e quello cittadino Andrea Mosconi prendono le distanze da “alcuni vecchi amministratori che non hanno mai nascosto la loro avversità al sindaco ed al suo gruppo di giovani”

La segreteria di MdP risponde alla sparuta minoranza: “Noi fedeli a Costantini e a Chiaravalle Domani” di FABRIZIO ILACQUA

CHIARAVALLE – Il coordinatore provinciale Gianfranco Leonelli e quello di Chiaravalle Andrea Mosconi (nelle foto), di MdP rispondono ad alcuni iscritti del loro stesso partito che proprio ieri avevano chiesto a MdP di togliere il sostegno alla lista civica Chiaravalle Domani. “Questa campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale di Chiaravalle – si legge in una nota a firma congiunta – si è arricchita di un bizzarro e rancoroso comunicato, come al solito pieno di menzogne, redatto da alcuni pseudo iscritti al movimento “Articolo 1 MdP Chiaravalle”, che non hanno avuto nemmeno il coraggio di scrivere i propri nomi, firmando falsamente l’intervento addirittura a nome dell’intero movimento. Ma conosciamo bene la situazione all’interno del nostro movimento e non facciamo fatica ad attribuire la paternità del comunicato ad alcuni vecchi amministratori che non hanno mai nascosto la loro avversità a Damiano Costantini e al suo gruppo di giovani amministratori, tanto da mettersi palesemente a fare campagna elettorale per il candidato della segreteria del Pd, sostenendo la lista Bianchini in cui c’è anche un candidato proveniente dalla Lega e cioè da un partito politico che si ispira al razzismo.

“La coerenza non è il forte di questi personaggi che dovrebbero imparare i valori della Costituzione, compreso l’antifascismo, proprio dal Sindaco Costantini. Il loro vero problema è di natura personale, altro che destra e sinistra, avendo il Sindaco portato alla luce alcune questioni a loro carico (pensiamo all’area ex Cral e relativo megastore) che costituiscono alcune delle pagine più brutte della storia amministrativa locale.

“E’ bene ricordare che il movimento Articolo 1 di Chiaravalle ha deliberato, in una riunione convocata appositamente, – continua la nota – l’appoggio alla lista Chiaravalle Domani che si candida per confermare il Sindaco Costantini alla guida di Chiaravalle. Questa scelta è stata fatta all’unanimità con la sola eccezione dell’astensione di due iscritti che è facile immaginare dietro il comunicato appena apparso, per cui non ci sono spazi per parlare di mancanza di democrazia interna.

“Tale scelta è stata fatta con la consapevolezza che il progetto della lista civica Chiaravalle Domani nasce per dare continuità a quanto fatto in questi 5 anni dal gruppo Chiaravalle Bene Comune in discontinuità con le precedenti amministrazioni. Chi appoggia la segreteria del Pd, Bianchini, la Sbarbati e il loro candidato leghista al Consiglio Comunale non può far parte del nostro movimento. Articolo 1 ritiene che la cosa più importante sia proprio quella di non tornare indietro e per raggiungere questo obiettivo è stata espressa la disponibilità a fare un passo indietro ed evitare connotazioni politiche alla lista per dare vita ad un progetto che ponga al centro esclusivamente l’interesse della città e, come valore di riferimento, la Costituzione della Repubblica. E a contare è solamente il programma presentato dalla lista Chiaravalle Domani, – concludono Mosconi e Leonelli – attento alla tutela della fasce deboli, al rilancio culturale della città, ad un gestione oculata dell’urbanistica e agli investimenti sugli edifici scolastici”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it