La lista civica Chiaravalle Domani non parteciperà all’incontro tra i candidati a sindaco

La lista civica Chiaravalle Domani non parteciperà all’incontro tra i candidati a sindaco

“Il confronto è stato fissato nello stesso giorno e nella stessa ora in cui avevamo già da tempo organizzato una importante iniziativa elettorale”

CHIARAVALLE – In merito all’incontro fra i candidati a sindaco, organizzato presso l’isola di Chiaravalle, per domenica 3 giugno alle ore 18, dall’Associazione Culturale “Progetto Nuova Repubblica”, dalla lista civica Chiaravalle Domani per Damiano Costantini sindaco, riceviamo e pubblichiamo:

“Il confronto organizzato dall’associazione culturale “Nuova Repubblica” sembrerebbe una mera iniziativa elettorale concertata dalla segreteria del Partito democratico, dal loro candidato Bianchini e dal sig. Andrea D’Ascanio ideatore della Lista Rinnovamento (ex Rinascimento Chiaravallese).

“Il sig. D’Ascanio – si legge sempre nella nota –  in realtà riveste il ruolo di coordinatore di Forza Italia a livello locale e non può essere assolutamente considerato un interlocutore super partes. Un nostro antagonista politico che, in questi anni, non ha risparmiato sterili attacchi, anche personali, ai componenti della nostra Lista Civica, senza mai proporre idee per la città.

“Allo stesso tempo riteniamo non opportuno il luogo in cui si svolgerà questa iniziativa elettorale, e cioè presso la sede dell’associazione “l’Isola” che più volte, attraverso il suo Presidente dott.ssa Daniela Montali, ha preso posizione a favore del candidato Bianchini nonché espresso inqualificabili attacchi personali nei confronti del Sindaco e di diversi componenti della nostra Lista Civica.

“Ancora una volta – si legge sempre nella nota diffusa dalla lista civica Chiaravalle Domani – viene dimostrato ciò che da sempre stiamo sostenendo: la segreteria del Pd ha commissionato la creazione della lista civica di D’Ascanio (alias Ceccarelli) con il mero intento di distribuire i voti degli elettori a discapito della nostra Lista Civica.

“Sarebbe stato opportuno organizzare il confronto con altre modalità, coinvolgendo diverse associazioni e non solo quelle vicine a liste antagoniste alla nostra, scegliendo altresì una sede neutra sicuramente più appropriata.

“Il confronto democratico – si legge sempre nella nota – va organizzato rispettando i crismi della democrazia; per altro questo “confronto” è stato fissato nello stesso giorno e nella stessa ora in cui avevamo già da tempo organizzato una importante iniziativa elettorale presso l’abazia e il complesso monastico con illustri ospiti invitati, tra cui il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e l’assessore Moreno Pieroni”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it