“Una maggioranza che non c’è più non può approvare il piano sanitario regionale”

“Una maggioranza che non c’è più non può approvare il piano sanitario regionale”

Il Comitato cittadino a difesa dell’Ospedale di Senigallia chiede ora alla Regione adeguati finanziamenti, personale e tecnologia per la struttura sanitaria cittadina

SENIGALLIA – Dal Comitato cittadino a difesa dell’Ospedale di Senigallia riceviamo: “Il piano sanitario regionale non è stato ancora approvato.. E non deve essere approvato perché la maggioranza, che lo sosteneva e che condannava Senigallia a “Cenerentola” della sanità marchigiana, non c’è più!

“I report con i numeri sul numero di interventi chirurgici e sui ricoveri dei malati acuti dicono che abbiamo più casistica rispetto all’ospedale di Jesi e a quello di Fabriano…

“L’Ospedale ad indirizzo riabilitativo é un vecchio accordo politico del Pd ai tempi di Spacca con l’assenso del sindaco e del consigliere  regionale. Tale accordo non ha più ragione di essere e va riveduto…

“Senigallia ha diritto a mantenere il DEA di primo livello e deve avere 4 obiettivi principali:

-la Diagnostica, con la Risonanza Magnetica installata. Sono ben quattro anni che è stata acquistata con bando pubblico e ancora non si conosce quando sarà in funzione. Due Tac ( una per il Pronto Soccorso, per ridurre i tempi di attesa e una per il Servizio Radiologico, perché obsoleta e costantemente guasta);

-il Laboratorio Analisi, con la funzionalità e l’organizzazione esistente fino al 2012, vista l’alta professionalità degli operatori presente al suo interno;

-l’Utic di Cardiologia, che benché ancora carente di 2 medici, è l’unica che rispetta i requisiti  previsti in termini di dimensioni (20 + 6 posti letto) e di volumi di prestazioni  e che ha anche l’ambulatorio pace maker, tra i primi 5 della regione

-il personale non più assunto per incarico (tempo determinato di 6 mesi come ora) per risparmiare, ma A TEMPO INDETERMINATO con concorso, per conservare nel tempo i professionisti assunti.

“Tutti i cittadini di Senigallia devono battersi per far sì che l’Ospedale  rimanga un ospedale per acuti e non per cronici!
“I finanziamenti, il personale e la tecnologia che arrivano per l’ospedale per acuti sono maggiori rispetto all’ospedale riabilitativo…!

“I cittadini di Senigallia non sono cittadini di serie B”

#FacciamociSentire

https://www.facebook.com/ComitatoDifesaOspedaleSenigallia/

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: