“A Senigallia sanità pubblica nella bufera, il Laboratorio Analisi sempre più penalizzato”

“A Senigallia sanità pubblica nella bufera, il Laboratorio Analisi sempre più penalizzato”

Nuova presa di posizione del Comitato cittadino per la difesa dell’Ospedale che chiama in causa il direttore dell’Area Vasta 2

“A Senigallia sanità pubblica nella bufera, il Laboratorio Analisi sempre più penalizzato”

SENIGALLIA – Dal Comitato cittadino per la difesa dell’Ospedale di Senigallia riceviamo: “Ing. Bevilacqua, Direttore Area Vasta 2, la nuova organizzazione del Laboratorio Analisi da lei decisa e imposta le sembra che funzioni? E’ venuto mai a controllare i tempi di attesa per accedere agli esami  e sentire i commenti dei cittadini che attendono impazientemente il loro turno?

Ricaviamo da un post pubblico:

“arrivo alle 8.15 (tra i fortunati 40 non prenotati che hanno concesso)… sono le 9:08 e ancora di fare l accettazione non se ne parla.

Si aspettano tempi biblici per fare il prelievo dopo aver aspettato altri tempi infiniti per fare l’accettazione. Tutti zitti, ammutoliti e presi dagli smartphone, nessuno protesta. Rassegnati a questo disservizio.

La politica dell’ospedale è distruggere i servizi che andavano bene?“

Di fronte a questi problemi lei aveva fatto in IV Commissione promesse precise, poi non mantenute.

-Dove sono gli operatori tecnici (4, cosi disse) che ha promesso sarebbero stati presi dall’Ufficio di collocamento?

-Dov’è il personale che aveva promesso sarebbe arrivato in sostituzione degi operatori collocati a riposo o che si sapeva sarebbero stati assenti per mesi a causa di grossi problemi di salute?

-Dov’è il Terzo sportello annunciato che avrebbe trovato collocazione, assieme agli altri 2 esistenti, nella palazzina del Laboratorio Analisi?

L’unica implementazione del Laboratorio Analisi è stato un operatore a mezzo servizio, part-time, con limitazioni: è questo il modo di far funzionare un servizio che dovrebbe essere, come era fino a pochi anni fa, un fiore all’occhiello dell’Ospedale?

Ci spiega infine quale sia stata la logica di aprire uno sportello (il n.5) al di fuori della palazzina del Laboratorio, se non quella di inasprire i cittadini di fronte a questa miopia organizzativa che li vede penalizzati? D’altronde è ingegnare, no?

Cittadino, loro non c’è lo dicono ma forse bisogna tenere alta l’attenzione…. il business della Sanità diretto al Carlo Urbani continua… Tra poco avremo un unico Laboratorio Analisi provinciale con tante macchine che porteranno prelievi. Indovina dove???.. A Jesi.. Tutto questo perché si risparmia… Ma non raccontano quanto sarà penalizzante per l’Ospedale di Senigallia e quanto qualcuno, forse, ci guadagnerà……Meditate gente… Meditate”.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: