Le direttive europee della Bolkestein continuano a preoccupare gli operatori balneari

Le direttive europee della Bolkestein continuano a preoccupare gli operatori balneari

Gli imprenditori aderenti alla Confartigianato hanno incontrato a Fano Camilla Fabbri che ha assicurato il suo interessamento

FANO – “Il turismo è una delle potenzialità maggiori del nostro territorio. Dobbiamo investire in questo settore – ha detto Camilla Fabbri, a Fano – che può essere un volano di sviluppo e crescita sempre più forte”.

“Nel corso dell’incontro odierno ho potuto registrare, ancora una volta, la giusta preoccupazione degli operatori balneari verso l’impatto della nota direttiva europea Bolkestein. Senza certezza, infatti, è impossibile per loro investire e garantire un servizio di qualità. Per questo una delle priorità della prossima legislatura – ha aggiunto la senatrice Fabbri – è quella di vedere approvata finalmente la legge per il riordino delle concessioni demaniali. Il turismo balneare è un comparto di punta della nostra economia locale e non solo, merita il massimo dell’attenzione perché le imprese, spesso a carattere familiare, possano operare in un quadro chiaro e definito, investendo e migliorando la loro offerta”.

Camilla Fabbri, candidata Pd alla Camera nel collegio Fano-Senigallia, è intervenuta a Fano all’incontro organizzato con gli Operatori Associati Spiagge Italiane di Confartigianato.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it