Il tesoro ritrovato, mercoledì a Senigallia conversazione sulla storia dell’arte

Il tesoro ritrovato, mercoledì a Senigallia conversazione sulla storia dell’arte

Il grande ostensorio settecentesco della Cattedrale verrà esposto al pubblico in Pinacoteca dopo i restauri

SENIGALLIA – Un recente articolato restauro diventa occasione per una preziosa conversazione di storia dell’arte. E’ quanto accade a Senigallia alla Pinacoteca Diocesana dove mercoledì 13 dicembre alle ore 17 verrà esposto al pubblico il grande ostensorio settecentesco della Cattedrale.

Tornato dai laboratori di restauro della dott.ssa Vincenzina Tancini di Urbania, per un recupero diretto dal dott. Claudio Maggini della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, il “tesoro ritrovato” è motivo di approfondimento sull’arte argentiera e sulla suppellettile ecclesiastica da parte di due ospiti d’eccezione. Saranno infatti alla Pinacoteca di Senigallia il prof. Gabriele Barucca, Soprintendente Archeologia, Belli Arti e Paesaggio per le Provincie di Cremona, Lodi e Mantova, e con lui la prof.ssa Benedetta Montevecchi, della Pontificia Università Gregoriana. Un appuntamento promosso dalla Diocesi di Senigallia grazie alla fondamentale collaborazione del gruppo FAI di Senigallia, che prosegue in un percorso di conoscenza e valorizzazione del patrimonio di storia, arte e fede conservato non solo alla Pinacoteca nella piazza del Duomo a Senigallia ma anche nell’intero territorio diocesano.

Serata, quella del 13 dicembre, che porta nel vivo le attività programmate dalla Pinacoteca con le aperture previste, in queste festività di Natale, ogni sabato, domenica e festivi con orario 9-12/16-19 sino al 31 dicembre (Natale chiuso) e sempre ad ingresso gratuito, e la possibilità – fra l’altro – di ammirare  pure la Pala di Senigallia del Perugino. Info: www.diocesisenigallia.it

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it