Serra de’ Conti, Zannotti e il gruppo Civitas in campo per difendere chi vive in campagna

Serra de’ Conti, Zannotti e il gruppo Civitas in campo per difendere chi vive in campagna

Serra de’ Conti, Zannotti e il gruppo Civitas in campo per difendere chi vive in campagnaSERRA DE’ CONTI – Il consigliere comunale Emilio Zannotti (nella foto), rappresentante del gruppo d’opposizione “Civtias“ , interviene a difesa dei diritti dei residenti nelle campagne di Serra de’ Conti. “  Alcune settimane fa – esordisce Zannotti – , c’è stata una manifestazione di protesta, nelle vie del centro storico, da parte di alcune famiglie per un mancato servizio dell’Amministrazione comunale. Un’iniziativa insolita e unica per Serra de’ Conti. Forse la prima, che si ricordi. Un minuto gruppo di cittadini ha formato un corteo partendo dalla Piazza Giacomo Leopardi, seguendo Corso Roma, raggiungendo la Piazza Antonio Gramsci (davanti alla residenza Municipale), con cartelli e striscioni, reclamando (giusta) giustizia:  il pulmino scolastico non porta a scuola alcuni ragazzini, le cui abitazioni sono ubicate in campagna . L’aspetto che ci ha colpito maggiormente, è l’esemplare coraggio che questi concittadini hanno avuto nel protestare pubblicamente, civilmente, spontaneamente e senza alcun ‘ supporto’   o  ‘copertura ‘ di alcun partito o forza sociale organizzata. Ammirabili la forza e la libertà dell’iniziativa. Senza paura. Quale ‘ paura’ ?  la ‘solita’ nota e comune che spesso ci attanaglia:  del ‘ chissà cosa ci succederà ‘ o ‘non ci si può esporre perchè chissà mai quali ripercussioni o rappresaglie’ od anche ‘ Meglio abbozzare ‘. Ma  questa volta, queste (brave) persone si sono ‘esposte’ , portando in piazza e urlando le proprie ragioni : le negazioni di propri diritti. Ammirabili, sottolineiamo noi, ancora.

“Ma  cosa chiedevano?  – prosegue Zannotti – semplicemente, il servizio di trasporto del pulmino scolastico. L’attuale programmazione dell’Amministrazione comunale del tragitto del pulmino non ha tenuto conto delle fermate in questi luoghi e per questi ragazzini. Grave, diciamo noi. Ma cosa altro dicevano i manifestanti? Siamo cittadini di Serra de’ Conti, che abitano questo territorio, che lavorano e pagano le tasse in questo Comune; abbiamo diritto si o no ad  avere per nostro figlio un servizio per andare a scuola? Del resto, il pulmino, (per scelta dell’Amministrazione serrana) arriva a prendere scolari a Castiglioni di Arcevia, cioè persone di un altro Comune, dove quei cittadini non pagano le tasse qui. Come commentare? “.

E Zannotti stigmatizza “ Il dovere dell’Amministrazione locale è garantire i servizi essenziali, come il pulmino che trasporta gli studenti a scuola. Se ci si è ‘dimenticati ‘ di queste famiglie, si può rimediare, subito, rimodellando il tragitto (e magari chiedendo scusa?). Se, invece manca la volontà…. Non ci sono commenti. Va, alle famiglie penalizzate, profonda solidarietà da parte nostra. >>. Inoltre <<  Sempre in zona di campagna, alcuni residenti si lamentano che il servizio di “nettezza urbana”, non raccoglie a domicilio i rifiuti, ma per loro occorre recarsi in ‘ punti prefissati ‘ , lontano dalla propria abitazione, costringendo, con ovvio disagio, a trasportare di volta in volta i sacchetti della spazzatura,. Questi cittadini chiedono pari trattamento al resto degli abitanti della nostra Comunità. E’ un gusto diritto, diciamo noi. Il dovere dell’Istituzione pubblica è anche qui… ovvio.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it