A Senigallia il Natale alla Caritas: un impegno crescente per alleggerire la tristezza della solitudine

A Senigallia il Natale alla Caritas: un impegno crescente per alleggerire la tristezza della solitudine

SENIGALLIA – Non chiudiamo gli occhi alla realtà: il Natale in famiglia per qualcuno non è possibile, trascorrere le feste in casa con i propri cari è un’utopia, il periodo di festa a qualcuno porta solo malinconia e un gravoso senso di mancanza. Perciò Caritas aumenta ancor di più il suo impegno e in questo periodo, che dovrebbe essere fatto di calore e affetto, prova a dare un senso alle giornate di chi è solo ed emarginato, ma anche di chi sente il desiderio di regalare un sorriso e qualche ora del suo tempo ai meno fortunati. Perché sappiamo bene che il volontariato è un cammino a due strade, si dà e si riceve, si diventa più ricchi nell’animo e ci si sente trasportati dal calore della generosità.

Al Centro di solidarietà tutto questo accade ogni giorno, ma la grande ambizione è che in questo periodo di festa fosse ancora più manifesto e che la partecipazione dei volontari sia maggiore e più riscaldante.

È quando a tavola si siede un povero che vediamo il vero Natale: prima di tutto perché accogliendo un povero si accoglie Gesù, nato povero per la salvezza del mondo, e poi perché il Natale è la festa della famiglia, che è anche la comunità nella quale viviamo e ci sentiamo un po’ a casa. A Natale e durante le vacanze, da qui all’Epifania, il Centro di solidarietà di piazza della Vittoria è sempre aperto, notte e giorno, immagine concreta della possibilità di alleggerire la tristezza della solitudine e di condividere momenti importanti con rispetto e amicizia, insieme alle persone per cui la dolcezza del Natale era ormai un ricordo lontano.

Se volete regalare un po’ di Natale ai poveri e se volete farvi un regalo interiore, durante queste feste, scrivete a volontariato@caritassenigallia.it

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it