A Senigallia intensificati dalla Polizia i controlli nel centro storico

A Senigallia intensificati dalla Polizia i controlli nel centro storico

SENIGALLIA – Nell’ambito delle attività di controllo svolto nel territorio del comune di Senigallia, il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza , unitamente agli agenti della Polizia Stradale di Ancona, è stato impegnato in mirati controlli lungo le arterie stradali di maggior transito, con diversi posti di controllo che sono, poi, stati estesi anche in strade che conducono alle zone interne della città.

ARRESTATO PER RICETTAZIONE– Nel corso di tale attività operativa, gli agenti del Settore Anticrimine davano esecuzione ad un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Ancona, nei confronti di un senigalliese, D.C. di 40 anni, con precedenti in materia di stupefacenti e per reati predatori.

L’uomo veniva rintracciato preso la propria abitazione e gli agenti provvedevano ad eseguire la misura della detenzione domiciliare applicata in seguito ad una sentenza di condanna per ricettazione emessa a suo carico. Per alcuni mesi non potrà allontanarsi dalla propria abitazione.

CONTROLLI STRADALI– Nel corso delle attività di controllo attuato dalla Polizia, che hanno interessato oltre 50 veicoli e circa 70 persone, intorno alle 2,30 sul lungomare Leonardo da Vinci, gli agenti fermavano un veicolo con a bordo due giovani.

Al momento delle verifiche documentali, il giovane conducente Z.L. di anni 30 circa riferiva di aver dimenticato la patente di guida. I poliziotti effettuavano gli opportuni controlli accertando che il giovane aveva mai conseguito la patente. Pertanto veniva sanzionato per guida senza patente – fattispecie oggi depenalizzata – con l’applicazione della sanzione pecuniaria pari a 5.000 euro. Il veicolo veniva sottoposto a fermo amministrativo.

Stessa sorte toccava ad un siciliano, G.M. di 34 anni,  il quale veniva fermato per un controllo allorché si trovava alla guida di un veicolo ed in compagnia di un altro siciliano, noto alle forze dell’ordine perché sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di P.S. Al momento del controllo l’uomo alla guida riferiva di non possedere la patente ed in effetti dagli accertamenti emergeva che gli era stata revocata. Pertanto, gli agenti procedevano a contestare la relativa violazione, applicando la sanzione da 5.000 euro ed il fermo del veicolo.

CONTRASTO ALL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA – Nell’ambito dei servizi di controllo in centro città, gli agenti del Commissariato , transitando nei pressi della Stazione ferroviaria, notavano un giovane extracomunitario che, alla vista del veicolo di servizio della polizia, tentava di nascondersi. Gli agenti lo raggiungevano e lo sottoponevano a controllo ma egli risultava privo di documenti e declinava le sue generalità.

Condotto in Commissariato venivano effettuati gli accertamenti sull’identità e risultava avere generalità diverse da quelle dichiarate, nonché risultava destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Ancona con contestuale decreto di allontanamento, ma mai ottemperato. Pertanto l’uomo – Y.L., nigeriano di anni 25 -,  veniva denunciato per inottemperanza all’ordine del Questore e per le false generalità dichiarate agli agenti.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it