Le preziose opere provenienti dalle chiese terremotate sempre visibili in questi giorni alla Pinacoteca di Senigallia

Le preziose opere provenienti dalle chiese terremotate sempre visibili in questi giorni alla Pinacoteca di Senigallia

Le preziose opere provenienti dalle chiese terremotate sempre visibili in questi giorni alla Pinacoteca di SenigalliaSENIGALLIA – Sarà sempre visitabile nel lungo ponte dell’Immacolata la mostra “Salvati dal Terremoto” che espone alla Sala del Trono della Pinacoteca di Senigallia preziose opere provenienti da chiese terremotate del territorio della Diocesi. Venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 dicembre, ad ingresso gratuito, con orario 9-12/16-19 ecco la possibilità di ammirare le grandi tele salvate dalla crisi sismica del 2016. E’ il 24 agosto 2016, infatti, quando un forte terremoto colpisce il centro Italia. Il 26 e 30 ottobre sempre di quell’anno un’altra scossa sismica “ferisce” le Marche e le regioni circostanti. La Collegiata e Parrocchiale di San Pietro Apostolo in Monte San Vito – dalla superba cupola che connota la cittadina della collina marchigiana – come tante altre chiese è gravemente danneggiata. Salvati dal Terremoto permette la presentazione del territorio di Monte San Vito in Diocesi di Senigallia e delle sue opere a un pubblico vasto, una sorta di campione minimale rispetto alle migliaia di beni che sono stati colpiti, facendo conoscere al turismo della riviera adriatica la drammatica realtà delle zone terremotate, ma anche il forte orgoglio civico del popolo che le abita. Monte San Vito, così danneggiata nel suo intimo come tante altre realtà del centr’Italia, impetra ora una rinascita. Salvati dal Terremoto intende far conoscere la “ferita” che ha colpito la popolazione del territorio ed il patrimonio culturale.

La Pinacoteca di Senigallia, sino al 31 dicembre, è aperta sabato, domenica e festivi con orario 9-12/16-19 ad ingresso gratuito. Natale: chiuso. Info: www.diocesisenigallia.it

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it