Arrivano i nostri, a Fermignano una rassegna di Incontri-spettacoli a cura di Luoghi Comuni

Arrivano i nostri, a Fermignano una rassegna di Incontri-spettacoli a cura di Luoghi Comuni

Primo appuntamento sabato 16 dicembre, alle ore 21, al Museo dell’Architettura

FERMIGNANO – Quest’anno l’associazione culturale LUOGHI COMUNI ha deciso di dedicare una parte del propria attività all’organizzazione di una rassegna di incontri-spettacoli, dedicati a tutti quei fermignanesi che hanno scelto di percorrere con tenacia strade artistiche insolite e tortuose. Lo facciamo perché idealmente, anche se il loro ambito non è quello strettamente teatrale, ci sentiamo affiancati al loro movimento di ricerca. Essi sono, in un certo senso, i compagni di strada che spesso sentiamo senza vedere. L’idea è quella di passare insieme una serata nella quale gli ospiti possano raccontarsi in una situazione di dialogo col pubblico e, allo stesso tempo, mettere in campo le proprie risorse e mostrare le proprie abilità.

Ogni volta sarà diverso, la forma cambierà a seconda degli ospiti. Il primo appuntamento è per Sabato 16 Dicembre alle ore 21 presso il Museo dell’Architettura (Via Maccioni 2A, Fermignano). I nostri primi ospiti saranno Annalisa Cancellieri (cantante lirica diplomata al conservatorio Rossini di Pesaro, concertistica solista e all’interno di formazioni corali, arpista, sperimentatrice che collabora con gruppi musicali e cantautori emergenti, dedicandosi prevalentemente al repertorio tradizionale e folkloristico irlandese e celtico) e Lorenzo Antinori (anche lui diplomato al conservatorio di Pesaro in Composizione Organistica e Clavicembalo, concertista, vincitore di numerosi premi, nel 2013 ha fondato l’ensamble “Il Giardino del Barocco”, formazione che si dedica all’esecuzione di musica settecentesca). Il secondo appuntamento fissato è per il 24 Febbraio, stessa location, con Filippo Riminucci (cultore appassionato e amico del circo) e Stefano Corrina, in arte Osvaldo Carretta (artista di strada). A Febbraio inoltre l’intero weekend sarà dedicato alle arti circensi perché LUOGHI COMUNI ospiterà uno stage di funambolismo curato da Francesco Mugnari (giovane performer e regista toscano che da anni si impegna nell’ambito educativo per diffondere la cultura del circo) rivolto a tutti, anche senza alcuna esperienza.

LUOGHI COMUNI mira alla costituzione di uno spazio per la pratica performativa che lentamente possa diventare un punto d’incontro dove sviluppare un modo di guardare il mondo, confrontarsi con la realtà, ricercare.

Per questo porta avanti la propria attività su più fronti: quello della ricerca continua nella pratica, attraverso i laboratori a cura di Alice Toccacieli con non-professionisti di età e contesti molto differenti (scuola primaria, secondaria, carcere, centro diurno, città), quello della formazione con artisti esterni (Adriana Follieri, Matthias Martelli, Francesco Mugnari, MariaChiara Restivo), che serve a portare sguardi altri all’interno del percorso, quella delle visione condivisa degli spettacoli dei più diversi generi, perché guardare è una parte imprescindibile del fare teatro, quello della creazione di spettacoli autografi (HOMO SACER, di Alice Toccacieli, con Yuri Punzo) e in fine quello della creazione di eventi teatrali collettivi, (I/O Performance per uno spazio a più corpi, a cura di Alice Toccacieli e Gloria De Angeli e ESERCIZI DI RIBELLIONE, realizzato con un gruppo di cittadini cagliesi) perché si sente forte la necessità di recuperare una dimensione rituale dello stare insieme.

C’è bisogno, e il teatro può, di fondare una comunità.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it