Apre a Jesi la mostra Strapaesaggi, incisioni di Morandi, Bartolini, Ciarrocchi

Apre a Jesi la mostra Strapaesaggi, incisioni di Morandi, Bartolini, Ciarrocchi

JESI – Lunedì 18 dicembre, alle 18.30, presso Palazzo Bisaccioni a Jesi, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, si inaugurerà la mostra “STRAPAESAGGI incisioni di Morandi, Bartolini, Ciarrocchi”. La Fondazione, già avvezza all’organizzazione di importanti eventi legati all’arte e alla cultura, ancora una volta propone una esposizione di grande rilevanza, presentando più di 40 acqueforti originali dei tre maestri dell’incisione del ‘900.

Come scrive la curatrice Nicoletta Rosetti, il titolo della mostra, ispirato alla corrente artistica e letteraria di “Strapaese”, suggerisce una stretta parentela tra gli autori proposti e il cuore più rurale e vero del paesaggio nazionale, eccellenza quest’ultima, come ricorda il Presidente della Fondazione Alfio Bassotti, tutelata al pari dei beni culturali dalla Costituzione Italiana e qui degnamente celebrata. Tra le opere selezionate spiccano per fama le 14 incisioni morandiane, ma a queste si affiancano alcune rare prove di Bartolini e le famose acqueforti “a rete” di Ciarrocchi. Infine, sono da sottolineare l’importanza di una mostra totalmente dedicata all’arte incisoria, medium dalla grande valenza tecnica e storica e, nel quadro nazionale, l’innegabile centralità, qui ben testimoniata, di due maestri marchigiani nati a pochi chilometri da Jesi.

La mostra rimarrà aperta fino al 18 marzo 2018 con i seguenti orari: tutti i giorni dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30 (tranne il 25 dicembre 2017 e il 1° gennaio 2018) con ingresso libero. Per ulteriori informazioni: info@fondazionecrj.it, www.fonzaionecrj.it, Facebook (Sale Museali di Palazzo Bisaccioni), Instagram (@museocarisj) e Twitter (@Museo_Carisj).

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it