Troppe rapine negli Uffici postali: occorre tutelare di più impiegati ed utenti

Troppe rapine negli Uffici postali: occorre tutelare di più impiegati ed utenti

Dura presa di posizione della Slp Cisl delle Marche dopo l’ultimo colpo attuato a Piticchio di Arcevia dove i rapinatori, prima di sottrarre 40.000 euro, hanno ferito la direttrice, colpita più volte con il calcio di una pistola

Troppe rapine negli Uffici postali: occorre tutelare di più impiegati ed utentiARCEVIA – Due uomini incappucciati hanno fatto irruzione questa mattina, poco dopo le 8.30, nell’Ufficio postale di Piticchio di Arcevia. La direttrice, unica impiegata presente all’interno dell’Ufficio, ha tentato di reagire ed è stata colpita, più volte, con il calcio di una pistola. Nessuna conseguenza, invece, per alcuni anziani della frazione arceviese presenti nell’Ufficio postale per ritirare la pensione. Sotto la minaccia delle armi sono stati fatti allontanare dal bancone ed invitati a restare in silenzio.

I due rapinatori (uno armato di pistola ed uno di coltello) si sono quindi impossessati di 40.000 euro presenti in cassa, che erano stati portati, poco prima, nell’Ufficio postale della frazione (aperto solo due volte la settimana), dato che, in questi giorni, sono in pagamento le pensioni.

Subito dopo i due malviventi si sono allontanati a bordo di una Fiat Punto grigia, risultata rubata, parcheggiata poco distante, alla cui guida era rimasto ad attenderli un complice.

La direttrice dell’Ufficio postale – Marinella Venturi – appena i rapinatori si sono allontanati è stata subito soccorsa dai presenti e dalla titolare di un vicino negozio che hanno chiesto l’intervento di un’ambulanza. Poco dopo la donna è stata quindi trasportata all’ospedale di Senigallia, dove è stata medicata (data la violenza dei colpi le sono stati posti anche dei punti di sutura al volto). Dopo alcune ore la donna è stata dimessa ed è potuta così tornare a casa.

Sul luogo della rapina sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Arcevia e quelli del nucleo operativo della Compagnia di Fabriano. I militari stanno ora esaminando le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza dell’Ufficio postale per poter rilevare qualche particolare per poter quindi giungere all’identificazione dei due banditi che hanno compiuto la rapina.

Immediate anche le ripercussioni sindacali. In merito alla rapina avvenuta a Piticchio la Slp Cisl delle Marche “intende esprimere solidarietà e auguri di pronta guarigione nei confronti della direttrice dell’agenzia, gravemente ferita a seguito dell’azione criminale”.

“L’episodio – si legge in una nota dell’organizzazione sindacale –  richiama l’attenzione sulla recrudescenza degli atti criminali negli uffici postali: è di pochi giorni fa la notizia del quinto tentativo di rapina ai danni della succursale 8 di Ancona, vanificato dal sistema di apertura temporizzata della cassaforte.

“Da anni – dichiara Dario Dominici, segretario generale della Slp Cisl Marche – evidenziamo la nostra preoccupazione rispetto alla salute delle persone (il bene più prezioso) che uscite la mattina per raggiungere i luoghi di lavoro, hanno il sacrosanto diritto ha rientrarvi incolumi. Sollecitiamo un urgente incontro per verificare le misure di sicurezza in essere, migliorarle affinché la incolumità fisica di tutti noi sia veramente al centro delle attività di prevenzione degli atti criminosi. La protezione delle persone deve essere alta, almeno quanto quella che viene riservata ai valori che transitano negli uffici postali: i fatti dimostrano che la strada da fare – conclude il sindacalista – è ancora lunga e non più rimandabile”.

PER SAPERNE DI PIU’

Rapina all’Ufficio postale di Piticchio di Arcevia: prelevati 40.000 euro, picchiata l’impiegata

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: