Successo a Cartoceto per la 41^ mostra mercato dell’olio e dell’oliva

Successo a Cartoceto per la 41^ mostra mercato dell’olio e dell’oliva

Migliaia di famiglie e grandi nomi della musica per l’unica Dop delle Marche. Annata di grande resa e qualità

CARTOCETO – Entusiastica. Solo così si può definire l’edizione 2017 di “Cartoceto Dop, il Festival – 41^ Mostra Mercato dell’Olio e dell’Oliva” che si è conclusa domenica scorsa nell’antico borgo della Valle del Metauro, capofila dell’unica Dop olearia delle Marche.

Tanti i motivi che segnano il successo della manifestazione. «Siamo sulla strada giusta, – spiega soddisfatto il Sindaco di Cartoceto Enrico Rossi, organizzatore assieme alla Pro Loco cittadina – il Festival valorizza non solo il nostro oro verde, ma anche tutto il territorio evidenziandone le peculiarità artistiche, naturali e culturali. La ritrovata Piazza Garibaldi aperta ai produttori ha saputo essere habitat delle eccellenze del nostro territorio e il sistema festival è stato in grado di attrarre migliaia di famiglie da ogni parte d’Italia facendo registrare tante presenze per tutte le attività in programma, dai concerti alle mostre, dagli spettacoli alle conferenze».

E infatti si tratta di numeri importanti sia in termini di visitatori venuti quest’anno da ogni regione d’Italia e persino dall’Estero (n.d.r. tra i presenti famiglie dalla Francia e dall’Olanda), che di quantità d’olio e di olive vendute. «Siamo molto soddisfatti – rimarca il Presidente del Consorzio della Dop Cartoceto Tommaso Maggioli – emozionati nel tornare in una Piazza Garibaldi che si è rifatta il look dopo i lavori, e estremamente felici della risposta del pubblico numerosissimo che ha apprezzato il nostro prodotto e ha riconosciuto l’altissimo livello di quest’anno. La resa è superiore allo scorso anno del 50% ma i numeri definitivi li avremo a fine novembre quando la raccolta sarà ultimata».

Tutto il circuito festival, capace di attrarre target diversi, appare ormai come una macchina rodata e capace di generare novità di grande interesse. Anche la stampa sia locale che nazionale ha riservato al festival ampi spazi e approfondimenti. L’esclusiva regionale di Fabio Concato che riproporrà lo stesso concerto tra qualche giorno al Blue Note di Milano, l’anteprima di Greta Panettieri nel suo omaggio a Mina prima della tappa all’Auditorium Parco della Musica di Roma, gli spettacoli per bambini in collaborazione con la Compagnia Gran Teatro dei Ragazzi di Pesaro, il sistema delle osterie, i laboratori didattici, i concerti dal balcone in collaborazione con il Premio Internazionale Massimo Urbani e la Notami Jazz Records e l’animazione di strada con nomi del calibro della P-Funking Band hanno saputo conferire alla manifestazione un alto livello culturale e artistico. A questi successi si associa la riuscita di tutte le attività enogastronomiche, dal circuito delle osterie diffuse con i piatti della tradizione alla cena didattica, passando per i momenti di degustazione guidata dei vini Doc del territorio in collaborazione con l’Associazione Sommelier della provincia di Pesaro.

Cartoceto Dop, il Festival edizione 2017 ha cioè centrato tutti gli obiettivi che si era prefisso, un traguardo importante per una delle eccellenze più prestigiose delle Marche, l’olio Dop Cartoceto e per l’intero territorio ricco di storia, di qualità, di poesia.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it