A Senigallia, città della fotografia d’autore, arriva “La realtà ingannata”, una grande mostra con opere di Ferroni, Giacomelli e Salvalai

A Senigallia, città della fotografia d’autore, arriva “La realtà ingannata”, una grande mostra con opere di Ferroni, Giacomelli e Salvalai

SENIGALLIA – La città di Senigallia, che con la fotografia d’autore mantiene ormai un rapporto privilegiato, è sede di una grande mostra antologica: “La Realtà Ingannata” con opere di Ferruccio Ferroni, Mario Giacomelli e di Aristide Salvalai.

In mostra quattro serie del maestro Giacomelli: ”Scanno 1957/1959”, ”Verrà la morte ed avrà i tuoi occhi 1955/59”, “Il pittore Bastari 1992”, “Questo ricordo lo vorrei raccontare 1998/2000” per un totale di 50 fotografie.

Di Ferroni verranno esposte i vintage anni 50 comprensive delle immagini più note come “Cancello bianco”, ”La palla”, ”Scala”. A queste s’affiancheranno gli scatti degli anni ‘80 in cui l’autore riprende a fotografare. Chiude la parte dedicata a Ferroni la serie dei rifessi sulle vetrine a cui si è dedicato fino al 2001, per un totale di 50 fotografie.

Aristide Salvalai, loro allievo, esporrà 46 fotografe divise in quattro serie a partire dai primi lavori cosiddetti “Strutture”, seguiti dalla serie “Incontri Sfuggenti” che dal 1985 prosegue a tutt’oggi, ”Archeologie 1993/94” per chiudere con “La Sopraggiunta Inquietudine” lavoro del 2013/14.

La preparazione e la cura espositiva consentiranno di offrire al pubblico una grande presentazione del lavoro dei maestri Ferroni e Giacomelli realizzata in stretta collaborazione rispettivamente con la moglie Lidia Barucca Ferroni e con il figlio Simone Giacomelli e accompagnata dall’analisi storico- critica dei Prof.ri Carlo Emanuele Bugatti, Fabio Ciceroni, Massimo Raffaeli e il critico Roberto Mutti.

Dal 25 novembre al 4 febbraio 2018 la mostra sarà ospitata presso le sale del Palazzo del Duca.

Programmata l’inaugurazione per il 25 novembre 2017 alle ore 17:45.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it